01 agosto 2021

Varenna. Arriva l’illuminazione green per il tratto pedonale da Fiumelatte al cimitero



Novità a Varenna sia dal punto di vista turistico sia per la mobilità dolce: entro la fine di quest’anno verrà illuminato il tracciato pedonale che collega il cimitero alla frazione di Fiumelatte. Ben conosciuto dai residenti e frequentato anche dai turisti, il collegamento costituisce una valida alternativa panoramica al percorso che costeggia la Provinciale 72.

Lo scopo è garantire la sicurezza notturna del passaggio per aumentarne la fruizione, conservando l’integrità dei luoghi e ponendo particolare attenzione a ridurre l’impatto ambientale ed energetico.

“Il progetto - spiega il sindaco, Mauro Manzoni - prevede di ricorrere a soluzioni che minimizzino le opere di scavi accessorie e l’inquinamento luminoso. Saranno pertanto utilizzate lampade “a isola”, energeticamente autonome tramite pannelli fotovoltaici integrati. Le luci saranno anche munite di crepuscolari e sensori di passaggio, garantendone l’accensione soltanto quando necessario”.

Nei tratti panoramici l’illuminazione sarà bassa e rivolta a terra, mentre nei tratti di scale sarà a filo di terra, sempre allo scopo di limitare l’impatto paesaggistico e luminoso. Verrà inoltre illuminato il tratto del Fiumelatte, molto caratteristico, che attraversa il borgo abitato presso il ponte di via Padre Luigi Mellera. L’inizio lavori è previsto il prossimo mese di settembre.

“E’ un progetto importante che coniuga attenzione sia per il cittadino che vive il borgo sia per il turista che lo visita - afferma sempre il sindaco Manzoni - e rende più sicuro e funzionale quel tratto di strada. La progettazione è stata molto attenta alla preservazione del contesto ambientale e paesaggistico, temi da sempre al centro della nostra azione amministrativa. Non è da ultimo l’aspetto finanziario: il costo dell’opera (100.000 euro, ndr) sarà coperto totalmente da fondi statali”.

“Ancora una volta - conclude il primo cittadino - questa Amministrazione si dimostra un’attenta utilizzatrice delle risorse statali e regionali, dimostrandosi accorta nella gestione delle risorse pubbliche”.

2 commenti:

  1. MOLTO MOLTO BENE. PUÒ ESSERE ADDIRITTURA UN PROGETTO PILOTA NON SOLO PER IL LARIO. DA SEGNALARE ALLA CAMPAGNA "MI ILLUMINO DI MENO" E NON SOLO. IN SVIZZERA MOLTI PAESI HANNO CELLULE FOTOELETTRICHE ANCHE SULLE STRADE STATALI E CANTONALI ....

    RispondiElimina
  2. Bene.D'accordo con Ezio Lanfr.

    RispondiElimina