venerdì 24 maggio 2019

Corenno, arriva la nuova pavimentazione. Il borgo si fa bello


La piazza di Corenno Plinio, dalla caratteristica pavimentazione in acciottolato, risentiva del peso degli anni e necessitava di una riqualificazione complessiva che, mantenendola uguale a come ci è stata consegnata dai secoli passati, potesse consentire di riportarla a nuovo splendore.
L’amministrazione comunale di Dervio ha fatto quindi predisporre e approvato il progetto definitivo che prevede il recupero di tutto lo storico acciottolato esistente, che verrà riutilizzato per ottenere lo stesso effetto a livello cromatico e di materiali sia per la piazza che per la strada di accesso (dove verrà pavimentato in acciottolato anche il tratto iniziale ora in asfalto), oltre che per il parcheggio situato lungo la Sp 72 (che verrà portato alla stessa altezza della strada eliminando il dislivello che attualmente rende difficile parcheggiare).
“Tanti piccoli tratti dell’attuale pavimentazione - spiega il sindaco, Davide Vassena - sono stati nel tempo manomessi per lavori vari e iniziano a perdere qualche ciottolo qua e là, oppure risultano ricoperti da cemento o addirittura da asfalto. Inoltre, grazie al lavoro di coordinamento effettuato in questi mesi da parte del Comune, prima dell’intervento di riqualificazione della piazza, che verrà programmato nell’inverno 2019, verranno sostituite tutte le tubazioni della fognatura e, soprattutto, dell’acquedotto, con un progetto già predisposto da Lario Reti Holding”.
“Sotto la strada e fino in piazza  aggiunge - verranno posate, come nel resto del territorio comunale, le tubazioni per la fibra ottica e infine verranno interrati anche molti dei cavi elettrici oggi presenti nello spazio aereo sopra la piazza o lungo le facciate delle case. A livello viabilistico è prevista l’introduzione di un senso unico di percorrenza della strada di accesso alla piazza in direzione sud-nord, in modo tale da permettere di riorganizzare meglio anche i posti auto che, segnalati in modo consono rispetto alla presenza dell'acciottolato, potranno aumentare di qualche unità. Nel progetto è prevista anche la pavimentazione dell’ultimo tratto di via alla Predera, sotto il castello, in parte già rifatta in acciottolato ma che per essere completata necessita del rifacimento del muro di sostegno che la separa dal parco pubblico, con la possibilità di pavimentare anche il tratto di sentiero che aggira il castello”.
Il costo complessivo di tutti gli interventi è di 375mila euro, che in parte verranno finanziati dagli oneri di una vecchia convenzione urbanistica di Corenno e per il resto dall’applicazione dell’avanzo di amministrazione del bilancio consuntivo 2018.
“Ci sono quindi già tutte le condizioni - conclude il primo cittadino - perché, entro pochi mesi, la piazza di Corenno e le altre vie del borgo possano ritrovare il loro splendore. Nelle intenzioni della giunta, oltre che per la sistemazione definitiva di tutta le aree in acciottolato del borgo, tale intervento risulta anche una condizione indispensabile per poter chiedere l'inclusione di Corenno nell’esclusivo club dei “Borghi più belli d’Italia”, che comprende tanti bei paesi di stampo medievale sparsi per la penisola e costituisce un formidabile volàno a livello turistico”.

1 commento:

  1. Finalmente un'opera di riqualificazione del Borgo che ha visto la mia nascita,fanciullezza e adolescenza. Bravi !

    RispondiElimina