mercoledì 22 maggio 2019

Dervio e la balneazione. Lido pubblico attrezzato in zona Santa Cecilia

Novità in arrivo, quest’estate, per la balneazione a Dervio, con l’apertura in zona Santa Cecilia del primo Lido pubblico attrezzato nella storia del paese.
Dopo aver riaperto dopo la ristrutturazione e il cambio di gestione, che sarà curata d’ora in avanti da una società formata da Cesare e Claudio Galli e da Giambattista Magni, il locale pubblico “Dlounge” realizzerà la struttura in accordo con il Comune e l’autorità demaniale.
Già al momento del rinnovo della concessione demaniale per l’area in cui è posto il locale, l’amministrazione comunale aveva proposto all’Autorità di bacino del Lario di chiedere ai nuovi gestori di occuparsi della cura, della pulizia e della manutenzione del tratto di spiaggia situato sotto il campo sportivo.
Essendo venuti a conoscenza del fatto che la nuova gestione avrebbe voluto puntare anche su un rinnovato rapporto con gli utenti della spiaggia, è stato elaborato un progetto - di concerto tra i gestori, l’amministrazione comunale e l’Autorità di bacino - che prevede la concessione di tale tratto di spiaggia per attrezzarvi un lido pubblico, che nelle intenzioni dei gestori aprirà i battenti all’inizio di giugno con i primi caldi estivi.
La spiaggia in questione è, per l’appunto, il tratto situato a valle del campo sportivo, limitatamente alla porzione ubicata tra la passeggiata esistente e il lago, ad esclusione della parte iniziale e finale che resteranno a uso libero.
Sulla spiaggia non verrà realizzato alcun manufatto particolare e la parte a monte della passeggiata continuerà a essere completamente libera e gratuita per tutti, mentre i gestori del locale proporranno tra i propri servizi anche il noleggio di sdraio e ombrelloni (all’inizio saranno una cinquantina), mettendo a disposizione dei bagnanti alcuni spogliatoi per cambiarsi, bagni pubblici e docce, che troveranno posto nei pressi del locale.
Ci sarà anche uno spazio dedicato ai bambini con attrezzature loro destinate. I gestori vogliono poi puntare molto sulla salvaguardia dell’ambiente e sulla cura del territorio, a partire anche dalle loro quotidiane scelte gestionali.
“Si attende con interesse l’apertura di questa nuova struttura - osserva il sindaco, Davide Vassena - che per la prima volta offrirà ai derviesi e ai sempre più numerosi turisti che frequentano il paese, un completo catalogo di tutti i servizi offerti da un lido pubblico”.
“Sempre in tema di servizi sul lungolago, a disposizione di residenti e turisti - aggiunge il primo cittadino - è partito l’appalto per la costruzione di una struttura per migliorare la fruibilità del lungolago, nella zona della foce del Varrone, con servizi igienico-sanitari completi di docce e attrezzati per accogliere disabili. La struttura verrà realizzata sull’area demaniale a nord del depuratore, con accesso dal marciapiede lungo la pista ciclabile davanti al Centro vela”.
“Il lungolago è molto frequentato nel periodo degli sport acquatici e del turismo - afferma sempre Vassena - e l’amministrazione comunale in questi anni ha dato una prima risposta posizionando wc chimici con tutti i relativi limiti di utilizzo, che verranno superati dalla struttura in costruzione. L’inserimento paesaggistico avviene in un contesto di area verde, ben nascosto alla vista. La struttura, su input delle autorità sovracomunali, sarà un intervento modello da riproporre su tutto il lago, ed è a servizio di tutta la popolazione, con bagni dimensionati per la fruibilità dei disabili e distinti tra donne e uomini”.
Con una pianta di 8,5 x 3,5 metri e un’altezza di 3 metri, è composta da un locale servizi igienici per donne e uno per uomini, due locali spogliatoio chiusi verso l’esterno e dotati di docce calde, e una coppia di docce esterne calde, oltre a un locale tecnico per gli impianti.
Sul tetto sono posati 6 metri quadrati di pannelli solari termici e l’ottimo orientamento della costruzione rispetto al sole consente di sfruttare il calore del sole per il preriscaldamento dell’acqua per le docce.
I locali sono realizzati con pannelli isolanti facilmente igienizzabili e il rivestimento esterno e la copertura sono invece in lamierino a effetto “corten”. I sanitari sono in acciaio inox e tutti i locali sono serviti da illuminazione a led a basso consumo. Il costo della struttura viene sostenuto dall’Autorità di bacino, mentre la successiva manutenzione è stata convenzionata con il Centro vela.


Nessun commento:

Posta un commento