sabato 13 aprile 2019

Il dottor Missaglia a Como: “Frutta e ortaggi colorati non manchino sulla nostra tavola”

Il dottor Marco Missaglia
La scienza dell’alimentazione sta sempre più progredendo nelle ricerche  in campo biomedico e un numero sempre maggiore di medici la considera un valido supporto nella pratica clinica e nella terapia di differenti patologie.

Anche per questo nella conferenza tenutasi in settimana presso la Biblioteca di Como dedicata alle malattie dell’apparato respiratorio (a organizzarla era stato l’Ordine dei  medici della provincia lariana) si è pensato di riservare una relazione al rapporto tra alimentazione e malattie polmonari.
In veste di relatore era stato invitato il dottor  Marco Missaglia, medico mandellese specialista in Scienza dell’alimentazione e dietologia, il quale ha spiegato come alcuni cibi quali le farine troppo raffinate o le carni troppo processate debbano essere evitate e come, al contrario, gli ortaggi molto colorati e ricchi in carotenoidi possano giocare un importante ruolo preventivo nei confronti delle patologie respiratorie.
Il dottor Missaglia ha sottolineato anche l’importanza nell’alimentazione di giuste quantità di Omega 3 derivati dai pesci o dai semi o dagli oli ottenuti da questi prodotti e a tal proposito ha ricordato i tempi in cui come giovane specializzando  aveva messo a punto con il professor Alfredo Vanotti un particolare tipo di nutrizione iperlipidica per i pazienti broncopneumopatici proprio presso il Centro di medicina toracica dell’Asl di Como. Questo studio era poi diventato la tesi di specializzazione dello stesso medico mandellese.
La conferenza sulle malattie respiratorie faceva parte della rassegna “Como in salute” organizzata in collaborazione con il Comune di Como, che vede una serie di incontri di divulgazione scientifica rivolti alla popolazione tenuti da medici del territorio.
All’incontro di questa settimana come relatori erano stati invitati il dottor Antonio Paddeu, pneumologo responsabile della Riabilitazione cardiorespiratoria dell’ospedale di Cantù, il dottor Valerio Rossini,  a sua volta pneumologo,  e l’allergologa dottoressa Marina Russello, oltre come detto al dottor Missaglia.
Il medico mandellese ha spiegato come sia anche importante controllare l’assetto nutrizionale dei pazienti broncopneumopatici correggendo a seconda dei casi o la perdita di massa magra (e conseguente magrezza dei pazienti in insufficienza respiratoria) oppure intervenendo nei casi in cui i problemi respiratori siano associati a condizioni  di sovrappeso o obesità.
“Importante - ha detto Missaglia - è comunque ridurre i cibi fonti di infiammazione e di acidosi metabolica, preferendo invece cibi ricchi di minerali e vitamine come la frutta, i semi e gli ortaggi colorati”.

Nessun commento:

Posta un commento