martedì 16 aprile 2019

Moto Guzzi Fast Endurance. Un successo la prima edizione del Trofeo


Moto Guzzi ha aperto un nuovo importante capitolo della propria storia sportiva: sul circuito di Varano si è corsa la gara di apertura dell’attesissimo Moto Guzzi Fast Endurance, serie monomarca che offre a tutti i motociclisti l’opportunità di correre in circuito, in una atmosfera di grande amicizia e divertimento, con una moto facile e intuitiva qual è la Guzzi V7 III.

E’ in pieno stile “guzzista”, condividendo con gli amici la propria passione, che i 34 piloti al via - 17 equipaggi - hanno affrontato il weekend: nella giornata di sabato si sono svolte le prove cronometrate che hanno determinato la griglia di partenza e che, svoltesi su asfalto asciutto, hanno visto prevalere la coppia Federico Aliverti-Vittoriano Guareschi, eccezionalmente al via come ospiti speciali in questo primo appuntamento, davanti al Team Circuito internazionale d’Abruzzo (piloti Riccardo Mancini e Nicola Maccaferro) e Biker’s Island (Oreste Zaccarelli, Samuele Sardi).
Già dai primi giri delle prove cronometrate tutti i piloti, dal neofita fino ai rider più esperti, hanno potuto scoprire le doti velocistiche della V7 III: lo dimostrano i tempi sul giro di tutto rilievo siglati dai team. L’1’18”346 che è valso la pole position, ma anche i crono della maggior parte dei Team, attestatisi tra 1’20” e 1’24” (media tra i due piloti).
La corsa, disputata sotto la pioggia, si è aperta in maniera spettacolare con la partenza in stile “Le Mans”, altra caratteristica del Moto Guzzi Fast Endurance: moto schierate su un lato della pista e piloti che al via hanno attraversato di corsa il nastro d’asfalto per saltare in sella e partire.
Malgrado una partenza non eccezionale, Guareschi si è riportato in pochi giri al comando della corsa, posizione che il team ha mantenuto anche dopo il primo cambio pilota e fino al traguardo. Alle loro spalle hanno chiuso Tobias Münchinger e Sascha Pfautsch, anch’essi wild card di questo primo appuntamento, quindi non in classifica di campionato, autori di una buona rimonta dal quinto al secondo posto.
Sul terzo gradino del podio Nicola Maccaferro e Riccardo Mancini: la coppia del Team Circuito internazionale d’Abruzzo, competitiva sin dall’inizio del weekend, lascia Varano da leader della classifica generale.
Nonostante la pista resa scivolosa dalla pioggia, la Guzzi V7 III equipaggiata con il Kit Racing GCorse e con le gomme Pirelli Phantom Sportscomp RS si è rivelata divertente e gestibile da tutti: pochissime le scivolate, occorse nelle prime fasi della corsa ai Team ChiMoto, Aquile Millenarie, Virgin Radio e Luporacing, per questo motivo costretti al ritiro.
Un format per tutti: atmosfera classica, spirito giovane
L’inedito format del Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance è perfetto per il divertimento di tutti, dal neofita della pista all’appassionato più smaliziato. Ogni fine settimana di gara prevede al sabato due turni di prove cronometrate, entrambi della durata di 20 minuti per ciascun pilota.
La media dei migliori rilievi cronometrici ottenuti dai due piloti dell’equipaggio determinerà la posizione di partenza di ciascun team nello schieramento della gara della domenica. Un evidente richiamo alle leggendarie corse endurance di un tempo risiede proprio nella partenza della gara, che avverrà in stile “Le Mans”, ovvero con le moto allineate su un lato della pista e i piloti che allo start attraversano di corsa il nastro d’asfalto per salire in sella e partire.
In corsa ciascun pilota non potrà guidare per più di 15 minuti più 2 giri consecutivi: ciò significa che la gara - della durata di 60 minuti - sarà movimentata da almeno tre cambi pilota, che avvengono nella corsia box. Al termine della gara verranno assegnati punteggi ai primi 15 team classificati.
I prossimi appuntamenti sono in calendario sulle piste di Vallelunga (19 maggio), Magione (23 giugno) e Adria (1 settembre), fino al gran finale di Misano del 13 ottobre.
L’iscrizione ai singoli appuntamenti del Trofeo è possibile fino a due settimane prima della gara, al costo di 350 euro per team.

Nessun commento:

Posta un commento