mercoledì 24 aprile 2019

Mandello. Flauto traverso e quartetto d’archi sabato 27 alla Madonna del fiume


(C.Bott.) Ultimo concerto della sesta stagione artistica 2018-2019 della Scuola di musica “San Lorenzo” di Mandello, sabato 27 aprile. L’appuntamento è nella suggestiva cornice del santuario barocco della Beata Vergine del fiume. In scena, flauto traverso e quartetto d’archi per una serata di note “Alla maniera italiana”.
Con inizio alle ore 21, si esibiranno Emanuela Milani al flauto traverso, Clelia Gozzo alla viola, Giacomo Coletti primo violino, Anna Camporini al violoncello e Alessandro Pensa secondo violino. In programma musiche di Mozart (Quartetto per archi K387 in Sol maggiore - Quartetto in Re maggiore K 285 ) e Boccherini (Quintetto per flauto e archi Opera 17 numero 6 in Mi bemolle maggiore).
Ensemble di recente formazione, il quartetto “Alla maniera italiana” è composto da musicisti cresciuti sotto l’egida di grandi personalità del panorama internazionale quali Beyerle, Bron, Accardo, Grubert, Di Vacri, Zaltron, Berinskaya, Carmignola, Montanari, Testori, Dindo e Bronzi.
Ad accomunare i musicisti Gozzo, Coletti, Camporini e Pensa che si esibiranno sabato prossimo a Mandello è la grande passione per la musica da camera, con una particolare attenzione per un’esecuzione storicamente informata che li porta a utilizzare strumenti antichi o copie fedeli agli originali.
Ciascuno dei componenti del quartetto d'archi collabora stabilmente con prestigiosi ensemble quali Atalanta Fugiens, Sonatori de la gioiosa marca, Ensemble 1700, La divina armonia, Les musiciens du prince, Ghislieri Choir & Consort, LaVerdi barocca, Orchestra da camera di Milano classica.
Si esibiscono in sale e teatri quali La Fenice di Venezia, il Teatro Rossini di Pesaro, l’Auditorium Arvedi del Museo del violino di Cremona, il Teatro Alighieri di Ravenna, il Ponchielli di Cremona, il Savoia di Campobasso, il Goldoni di Livorno, Concertgebouw Amsterdam e il KKL di Lucerna, oltre che in importanti festival quali ad esempio Pavia Barocca, Grandezze & meraviglie, Festival delle Camelie di Locarno, la Sagra malatestiana di Rimini, Palazzina Liberty, il Festival MiTo, il Bologna Festival, l’Unione musicale di Torino, le Settimane barocche di Brescia, l’Accademia filarmonica romana, Trigonale Festival der alten musik, Osterfestival Tirol, Accademia di musica antica di Milano, Arolser Barock-Festspiele.
Hanno inciso per Sony, Urania Records, Glossa, Bongiovanni, Amadeus, Brilliant Classics, e Arcana. Ognuno di loro affianca all’attività concertistica quella di docente di strumento.
Emanela Milani, diplomata nel 1997 in flauto traverso e nel 2007 in Didattica della musica al conservatorio “Verdi” di Milano, ha partecipato a corsi di perfezionamento con Klemm e Persichilli, Porroni, Ramirez e Gaslini.
La sua attività spazia dal concertismo alla didattica. Nel 1999 ha ottenuto il diploma in Didattica kodalyana presso l’Università di Estergom in Ungheria. Ha frequentato corsi di aggiornamento sulla respirazione e sulla scrittura musicale Braille. Ha insegnato propedeutica musicale in più scuole delle province di Milano, Lecco e Sondrio e alla Fondazione Ercole Carcano di Mandello.
E’ direttrice didattica della Scuola di musica “San Lorenzo”, dove insegna e organizza da sei anni un’importante stagione concertistica.
E’ docente di flauto traverso presso la scuola media musicale “Don Ticozzi” di Lecco e ha suonato in orchestre italiane e svizzere. Attualmente è primo flauto e ottavino della Insubria Wind Orchestra diretta dal maestro Angelo Sormani.

Nessun commento:

Posta un commento