lunedì 29 aprile 2019

Mandello. La “Corrida” diverte, tutto esaurito al “De Andrè”


(C.Bott.) Un bellissimo successo, cui si è accompagnato il prevedibile (ma tutt’altro che scontato) tutto esaurito al “De Andrè” di Mandello, al punto che molti hanno dovuto rinunciare ad assistere in sala all’edizione 2019 della “Corrida”, trasmessa peraltro quasi per intero tramite diretta Facebook.

Quella di sabato 27 aprile è stata (e anche questo era prevedibile) una serata assolutamente scoppiettante e i tredici concorrenti hanno dato vita a una competizione divertentissima, all’insegna dell’ironia ma anche del talento vero e proprio.
Alla fine i riconoscimenti assegnati sono stati tre, a iniziare dal premio della critica, attribuito dal parterre degli ospiti al “Coro Selvaggia” capitanato dall’inossidabile Firmino De Marcellis e diretto da Fabio Scala.
Il premio “Energy” - assegnato dai ragazzi del Team Energy Wave, co-organizzatori della “Corrida” - è andato invece a Raffaella Silvani, che ha interpretato una parodia del brano Luna park di Loredana Bertè.
A vincere l’edizione 2019 della “Corrida”, con una vera e propria ovazione da stadio, è stato il duo “Mee e Lee” interpretato da Tiziana “Titti” Radice e da Roberta Albanese.
Le due concorrenti hanno impersonato un duo di vecchiette alle prese con la modernità, con una scenetta esilarante e la parodia della canzone dei Queen I want to break free, trasformata in Che mund de giupii.
Applauditissimo anche l’ospite d’onore Filip Simaz, direttamente da Ciao Darwin 8, che ha intrattenuto il pubblico con un’esibizione di danza e con siparietti comici, oltre che con uno scherzoso colloquio con il sindaco Riccardo Fasoli.
Risate e divertimento si sono protratti per tre ore, durante le quali - oltre ai concorrenti - si sono esibiti i ragazzi del gruppo Energy Wave con coreografie su brani di successo e con parodie di canzoni celebri.
Organizzatrice e conduttrice della serata Giordana Bonacina.
Hanno scatenato l’ilarità generale la parodia di Only you dei Platters, quella di Rolls Royce di Achille Lauro e l’entrata in scena di un’improbabile Mina che ha presentato la passionale L’importante è finire trasformata, all’opposto, nel lamento di una moglie alle prese con un marito non altrettanto… sensuale.
Divertentissimo anche il “ballo del pubblico” in cui, a ritmo di Reggaeton, si sono sfidati un gruppo di gentili signori e un altro di baldi uomini, primo cittadino incluso.
Ad affiancare Giordana nella presentazione era il giovane Alberto Botti, cantante e musicista, per una volta appunto nelle vesti di conduttore.
Da sottolineare l’impegno dei giovanissimi Energy (età compresa tra i 9 e i 18 anni) che con Giordana Bonacina hanno creato e dato vita alla “Corrida” durante il corso “EW Dance & Show” organizzato dalla Polisportiva Mandello e dedicato appunto agli adolescenti che vogliono provare a fare spettacolo.
L’incasso dell’evento, a ingresso libero con offerta, è stato di  ben 1.275 euro, importo interamente devoluto alla Cooperativa sociale “Incontro” di Mandello.
Significativa anche l’ideale “dedica” della serata al dottor Gianpaolo Bonacina, il medico di famiglia scomparso improvvisamente nei giorni scorsi all’età di 68 anni.
“Questo spettacolo - ha ricordato sua cugina Giordana -  ricalca perfettamente, nella sua energia e nella sua allegria, ciò che era Gianpaolo. La sua essenza era infatti l’essere sempre in movimento, sempre pronto e sempre con quello splendido modo di fare che infondeva fiducia e sollievo”.
“Riusciva a sdrammatizzare le situazioni più problematiche - ha aggiunto - e con questo modo di fare sapeva rendere meno pesante la preoccupazione. Rimangono indelebili il suo sorriso, la sua ironia e la sua grandissima voglia di fare e di vivere... E io sono orgogliosa di appartenere alla sua famiglia”.
Nel servizio fotografico, una serie di immagini dell’edizione 2019 della “Corrida”.

Nessun commento:

Posta un commento