giovedì 22 agosto 2019

Ciao Tiziano, Mandello ti ha voluto bene perché per tutti eri “speciale”

I funerali si svolgeranno venerdì 23 agosto nella “sua” chiesa arcipretale di San Lorenzo
Tiziano Curioni in una bella foto che lo ritrae con le sorelle Valeria e Brunilde.
di Claudio Bottagisi
Se n’è andato proprio nel giorno del suo settantatreesimo compleanno. E ha lasciato un vuoto certamente più grande di quanto la sua figura, la sua personalità e il suo ruolo dentro la comunità potrebbero far pensare.
Tiziano Curioni, morto ieri pomeriggio a Mandello, era la classica persona alla quale tutti vogliono bene. Non è esagerato affermare che ha dedicato gran parte della sua vita alla chiesa arcipretale di San Lorenzo, la “sua” chiesa come lui stesso - che aveva sempre abitato con la sua stimata famiglia ai Mulini - era solito dire e come ripeteva ancora in questi mesi a chi andava a fargli visita alla casa di riposo, dov’era ospite dall’ottobre dello scorso anno.
In quella “sua” chiesa ha fatto, è il caso di dirlo, un po’ di tutto per oltre 40 anni: il chierichetto ma soprattutto il sacrestano. Pensava lui all’accensione delle candele prima di ogni rito liturgico, alla sistemazione delle sedie e ad allinearle dopo ogni funzione, a raccogliere le offerte e a suonare le campane, presenziava ai funerali portando la croce e spesso provvedeva all’apertura e alla chiusura dell’edificio religioso, oltre che del Santuario della Madonna del fiume tanto caro al culto dei mandellesi.
Chi poi non lo ricorda impegnato in occasione di ogni festa di San Lorenzo, dedito in particolare alla vendita dei biglietti della lotteria abbinata appunto alla ricorrenza patronale? Quanta passione metteva anche in quel semplice gesto di staccare un biglietto e consegnarlo a chi l’aveva acquistato! Già, perche “al Tiziano” chi poteva dire no?
Disponibile con tutti, aveva anche svolto per anni una costante opera di volontariato presso la Cooperativa sociale "Incontro" di Mandello, in attività da più di trent'anni, oltre che alla “Nostra famiglia”.
Due anni e mezzo fa era mancata sua sorella Valeria e soltanto poche settimane fa un’altra sua sorella, Brunilde. A entrambe Tiziano era molto legato, come all’altra sorella Ornella, che ora di lui dice, semplicemente ma con una frase che vale più di tante parole: “Per me era un fratello speciale”.
Un fratello speciale per lei e un mito, nel senso più genuino del termine verrebbe da dire, per i residenti in particolare nella zona a lago di Mandello.
I funerali di Tiziano Curioni si svolgeranno venerdì 23 agosto, alle ore 10, nella chiesa di San Lorenzo, la “sua” chiesa.

Nessun commento:

Posta un commento