sabato 31 agosto 2019

Il “Sonica festival” fa ballare Mandello. E stasera i Sud Sound System

Omar Souleyman ieri sera sul palco di piazza Mercato a Mandello.
(C.Bott.) Aspettando il clou musicale dell’evento, rappresentato dal concerto di questa sera sul palco di piazza Mercato dei Sud Sound System, il “Sonica festival 2019” ieri a Mandello ha fatto scatenare il pubblico presente - in prevalenza giovani e giovanissimi, ma non solo - con le esibizioni, particolarmente apprezzate, dapprima di Dario Rossi, uno tra i migliori street dramme, quindi di Omar Souleyman.
Se Rossi rappresenta un unicum nella scena musicale elettronica per il modo assolutamente originale con cui la produce (il suo set composto da secchi, pentole e altri oggetti riciclati è ormai virale e dal 2015 il suo tour tocca le più importanti capitali) Souleyman, artista nato nel villaggio di Tell Tamer, nella regione nord-orientale della Siria, è stato invitato a esibirsi in numerosi festival internazionali e ha suonato al Nobel Peace prize concert di Oslo nel dicembre 2013.
Nel 2011 ha realizzato tre remix dall’album Biophilia di Björk inseriti all’interno delle Crystalline Series. Oggi l’artista siriano ha milioni di visualizzazioni su YouTube.
Dario Rossi ieri sera al "Sonica festival" di Mandello.
Stasera, come detto, sarà la volta dei Sud Sound System. A 15 anni dall’uscita del brano che dà il nome al tour di questa estate che ha fatto ballare mezza Europa, Terron Fabio, Nandu Popu e Don Rico stanno infiammando le piazze e le spiagge con il loro reggae.
Anche questa volta i maestri della dancehall italiana promettono uno show carico di emozioni, tanta reggae music in salentino style e vibrazioni positive, le stesse che portano in giro per il mondo dai primi anni Novanta, quando iniziò una carriera ormai quasi trentennale ricca di successi.
Sul palcoscenico mandellese il gruppo ripercorrerà 28 anni di storia con una scaletta che si preannuncia ricca di colpi di scena e con brani che hanno emozionato grandi e piccoli, rivoluzionando una terra che della musica ha in seguito fatto la sua punta di diamante, insieme all’immensa cultura millenaria.
Sud Sound System è un marchio di fabbrica: sono infatti tra i primi gruppi italiani ad avere importato le sonorità del reggae, raggamuffin e della dancehall giamaicana, combinandole con la tradizione del dialetto e con il forte impegno sociale dei testi. Sono autori di successi come Sciamu a ballare, Le radici ca tieni, Fuecu, Reggae party, in collaborazione con importanti artisti italiani e internazionali.
Nel servzio fotografico di Claudio Bottagisi, una serie di immagini della seconda serata del "Sonica festival".

Nessun commento:

Posta un commento