sabato 11 maggio 2019

A piedi da Lecco a Milano per l’Adunata nazionale degli alpini


Protagoniste della camminata tre penne nere di Galbiate e una di Mandello. Con loro anche sette bresciani, giunti sul Lario in bicicletta
Foto di gruppo sul lungolago di Garlate prima della partenza.
(C.Bott.) Milano si prepara ad accogliere la pacifica invasione di migliaia di penne nere per la 92.ma Adunata nazionale dell’Ana.

Domani sarà il giorno della grande sfilata per le strade del capoluogo lombardo, ma sono tanti gli alpini già da ieri a destinazione. Tra questi, anche le penne nere delle sezioni Ana di Lecco e Brescia che hanno scelto di raggiungere Milano non in auto né in treno, non in pullman o in moto e neppure in bicicletta bensì a piedi, partendo proprio dalla città manzoniana.
Lasciato il lungolago di Garlate giovedì, quattro alpini della sezione di Lecco - per la precisione tre di Galbiate e uno di Mandello Lario - sono stati raggiunti da sette penne nere provenienti in bicicletta dal Bresciano. Insieme, il gruppo ha iniziato a quel punto il cammino a piedi verso Milano.
Due le tappe per arrivare a destinazione. La prima, appunto nella giornata di giovedì, di 55 chilometri (con arrivo a Cassano d’Adda, seguendo il Naviglio Martesana), la seconda di oltre 30 fino a San Siro, prima di raggiungere da lì, ieri pomeriggio, piazza Duomo.
Domani, come detto, la grande sfilata, al termine della quale le penne nere protagoniste di questa singolare camminata faranno rientro in treno nel Lecchese e, come detto, in terra bresciana.
Grande, va detto, l’unione tra i partecipanti alla trasferta milanese così come l’amicizia, consolidata e ulteriormente rafforzata - nel più genuino spirito alpino - da questa singolare iniziativa.

Nessun commento:

Posta un commento