giovedì 30 aprile 2020

Mandello, lunedì in piazza torna il mercato. Ecco tutte le regole da rispettare

Saranno presenti esclusivamente bancarelle con generi alimentari. Dal 4 maggio novità anche per la ristorazione, ma sarà consentito soltanto l'asporto
(C.Bott.) La cosiddetta “fase 2” legata all’emergenza coronavirus è alle porte e anche il mercato di Mandello riparte. Il 4 maggio le bancarelle torneranno nella zona a lago del paese - appunto come ogni accadeva ogni lunedì fino allo “stop” dello scorso mese di marzo - ma soltanto per la vendita di generi alimentari.
Le postazioni, in totale 18, troveranno posto tutte in piazza Mercato in un perimetro delimitato da transenne e da un nastro bicolore a cui potrà accedere un solo componente per famiglia, fatta eccezione per i minori di 14 anni, i disabili e gli anziani. Vi sarà un unico varco di accesso, separato da quello di uscita dall’area stessa.
Ciascun banco potrà essere occupato da non più di due operatori, che accoglieranno a loro volta un numero massimo di due utenti a turno.
L’ingresso e l’uscita saranno gestiti da un agente di polizia locale “Covid manager”, che coordinerà appunto gli accessi affiancato da volontari del gruppo comunale di Protezione civile.
All’ingresso è prevista la misurazione della temperatura corporea (che sarà naturalmente rilevata anche agli operatori commerciali), così come dovranno essere indossati guanti e mascherina, oltre all’obbligo dell’utilizzo di gel lavamani.
Serenella Alippi, assessore al Commercio.
La capienza massima di persone contemporaneamente presenti all’interno dell’area - spiega il vicesindaco e assessore al Commercio, Serenella Alippi - non potrà essere superiore al doppio del numero dei posti occupati dagli ambulanti”.
“Raccomando vivamente ai cittadini di utilizzare il buon senso - aggiunge - e di seguire scrupolosamente le norme emanate, che verranno peraltro impartite dal personale presente nell’area del mercato”.
Con l’occasione l’assessore ricorda altresì che, ai sensi del decreto del presidente del Consiglio dello scorso 26 aprile recante disposizioni per bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie, sempre da lunedì 4 maggio  sarà consentita la ristorazione con asporto, fermo restando l’obbligo di rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, il divieto di consumare i prodotti all’interno dei locali e di sostare nelle immediate vicinanze degli stessi.
“In pratica - conclude Serenella Alippi - si potrà soltanto prendere e portare a casa, o in ufficio, il prodotto acquistato. Torno infatti a sottolineare che non è consentita la sosta per consumare il cibo da asporto se non nel proprio domicilio, o appunto nel proprio ufficio”.
Lunedì prossimo ripartiranno anche il commercio di fiori e piante e quello al dettaglio di libri.

Nessun commento:

Posta un commento