sabato 11 maggio 2019

Festival della letteratura. Libri, mercatino, teatro e laboratori oggi a Mandello


Nuovi appuntamenti, oggi pomeriggio e stasera a Mandello, nell’ambito del Festival della letteratura in svolgimento da giovedì scorso.

Alle 15 è prevista la presentazione del libro Di sangue e di ghiaccio di Mattia Conti. L’autore racconterà il suo romanzo ambientato nella Lecco dell’800, dove un protagonista impazzito e internato nel manicomio di Como conosce follia, amore e tradimenti.
Dalle 16 alle 19 in piazza Leonardo da Vinci appuntamento con il mercatino dei libri usati allestito dall’associazione “Fuoriclasse”. Con una piccola offerta, sarà possibile portarsi a casa un nuovo viaggio nella letteratura.
Sempre alle 16 Gigi Maniglia, attore e docente, aspetta i mandellesi in piazza con il suo spettacolo teatrale Senza aprirli - Telepatia teatrale. Si tratta di uno spettacolo consigliato in particolare per i ragazzi delle elementari e di prima media e tuttavia magico per tutti.
Partendo dalla copertina di un libro, Maniglia giocherà con gli spettatori per dar vita a infinite ipotesi, fino a indovinare il contenuto della narrazione.
Alle 17 incontro con Gaia Rota e Michele Cattaneo, la coppia lecchese che ha conquistato social e carta stampata con @Latendainsalotto.
I due presenteranno il loro libro Una famiglia ribelle, dove amore e fantasia accompagnano una colorata famiglia non convenzionale ma parecchio tradizionale.
Alle 20.45, infine, al “De Andrè” appuntamento con il gruppo teatrale Eudaimonia di StendHart e il loro spettacolo Il furto della Gioconda, tratto da una storia vera che non tutti conoscono.
Il 21 agosto 1911 la Gioconda viene rubata dal museo del Louvre dall’italiano Vincenzo Peruggia, che nasconde l’opera in casa sua per oltre due anni.
Uno spettacolo in chiave comica e documentarista, che omaggia il grande Leonardo da Vinci in occasione del cinquecentesimo anniversario della morte.
Tutti gli eventi sono confermati anche con il maltempo. In caso di pioggia, quelli previsti in piazza Leonardo da Vinci saranno spostati nella vicina sala consiliare o all’interno del teatro comunale.

Nessun commento:

Posta un commento