lunedì 13 maggio 2019

Mandello. Cena di gala e chef stellati a Villa Lario per la Cooperativa Incontro

La Cooperativa sociale “Incontro” di Mandello organizza a Villa Lario la seconda edizione di “Incontriamoci” serata di beneficenza con cena di gala e chef stellati. L’appuntamento è per lunedì 20 maggio.

Protagonisti saranno tre grandi chef, a cominciare da Giancarlo Morelli del “Pomiroeu”, amico della cooperativa “Incontro”, alla sua seconda partecipazione all’evento.
Nato a Bergamo, ha dedicato la vita ai fornelli e all’incessante scoperta di ogni forma di manifestazione artistica e culturale, dapprima nei suoi numerosi viaggi di formazione in giro per il mondo, poi in un personale percorso di crescita nel suo “Pomiroeu”, vero motore creativo che compie quest’anno 25 anni di attività. Un angolo tranquillo di mondo, nel centro storico di Seregno.
Con lui Daniel Canzian, dell’omonimo ristorante.  Nato in una famiglia di “osti” e cresciuto professionalmente nelle migliori cucine d’Italia e di Francia, Canzian vanta un passato come executive chef nei ristoranti del gruppo Gualtiero Marchesi.
Ama il cibo sano e semplice, da cui riesce a trarre il meglio. Dal gennaio di quest’anno è nel board europeo di  JRE, network europeo di cuochi e ristoratori professionisti che riunisce i migliori e più giovani rappresentanti dell’alta gastronomia.
Infine Luca Mozzanica, chef di Villa Lario, creativo, capace di valorizzare e interpretare al meglio le materie prime di alta qualità, dedicando attenzione alla ricerca e al laboratorio. Partendo dalle basi della cucina italiana, costruisce con fantasia e passione piatti innovativi.
Obiettivo della serata del 20 maggio sarà raccogliere fondi appunto per la Cooperativa Incontro, importante punto di riferimento per la comunità mandellese e non solo.
Nata nel 1986 dalla sensibilità di un gruppo di persone che aveva visto la difficoltà di inserimento dei disabili nel mondo del lavoro, pure in un tessuto economicamente vivace qual era quello mandellese, e che aveva anche capito quanto il lavoro stesso fosse determinante per promuovere la loro autonomia e la possibilità di crescere umanamente e sviluppare alcune competenze, la cooperativa attualmente occupa oltre 25 persone con un  fatturato record nel 2018 di quasi 300.000 euro, realizzato attraverso semplici attività di assemblaggio e grazie a donazioni per un ammontare di più di 70.000  euro.
L’attenzione nei confronti delle persone disabili è peraltro a tutto tondo. Accanto all’attività lavorativa, nel 2004 è nata anche la sezione Arcobaleno, legata al circuito internazionale Special Olympics, che propone attività sportive per persone con disabilità intellettiva.
Lo scorso 30 aprile è stato eletto il nuovo direttivo della cooperativa, che ha confermato alla presidenza Alberto Magatti. Con lui a comporre il consiglio sono Pamela dell’Oro (vicepresidente), Fabrizio Alippi, Luciano Bellini, Franca Lafranconi, Moira Pelucchi e Roberta Sangalli.
Alberto Magatti è presidente dal 2016 e oltre alla cena di gala per sostenere la cooperativa e promuovere ancora di più la sua natura di risorsa per il territorio, si è inventato anche  il punto ristoro “Pane, burro e marmellata” nei “Guzzi days”, che rappresenta ormai un consistente contributo all’attività.
E’ lui a suggerire uno dei temi rilevanti per l’agenda della cooperativa. “La vera questione sul tavolo è però la nuova sede - afferma - Il contratto in scadenza e la necessità di avere accesso a spazi più consoni alle nostre esigenze ci spingono alla ricerca di una nuova location dove poter continuare a far crescere l’attività ma soprattutto l’inclusione sociale delle persone dentro il territorio e nella società attuale”.
150 euro la quota di partecipazione alla cena di gala del 20 maggio. Informazioni e prenotazioni all’indirizzo e-mail seratadigala.incontriamo@gmail.com.

Nessun commento:

Posta un commento