25 marzo 2021

Olio essenziale al rosmarino, la Casa dell’anziano di Lierna guarda al benessere della persona


 

Alla Casa dell’anziano di Lierna ha preso vita in questi giorni di inizio primavera un nuovo progetto improntato al benessere dell’anziano alla luce di un approccio olistico alla persona.

Momenti  di sorriso e divertimento per gli ospiti e per gli operatori della “Pietro Buzzi”, che nel pomeriggio di domenica 21 marzo hanno salutato la fine del lungo inverno.

In mattinata gli anziani hanno raccolto nell’ampio giardino che si affaccia sul lago  piccoli rametti di piante aromatiche e in particolare di rosmarino, per poi depositarli in un grosso cesto in vimini posto all’ingresso del salone dell’animazione.

Nel pomeriggio, dopo la merenda, sotto la guida attenta dell’educatrice e delle operatrici presenti gli anziani hanno dapprima lavato le piantine, quindi staccato gli aghi dalla parte lignea dei rametti per poi inserirli in appositi sacchetti. I più volonterosi, muniti di mattarello da cucina, hanno dato corso alla “spremitura”.

Al termine, il contenuto è stato travasato in boccette di vetro ermetiche contenenti olio “evo”.



Il tutto è stato a quel punto spostato in una stanza buia dove rimarrà per almeno una settimana prima di trasformarsi in olio essenziale di rosmarino “fai-da-te”.

La coordinatrice, Emanuela Cariboni, ha spiegato come “le attività ricreative hanno un’enorme rilevanza anche dal lato sociale perché consentono alla persona anziana di rimanere al passo con i tempi senza scordare la sua storia e le sue origini”.

Ha poi voluto rispondere a una serie di domande per illustrare l’iniziativa e soprattutto questo progetto.

Cosa si intende per approccio olistico?

Un approccio di tipo olistico sancisce la necessità di intervenire su una persona attraverso diversi piani paralleli, ma con un’unica finalità: un reale e totalizzante stato di benessere. Tre sono le vie di accesso che portano a questa meta: il corpo, la mente e lo spirito”.



Perché utilizzare proprio l’olio essenziale di rosmarino nell’ambito del benessere della persona anziana?

Ritengo almeno per tre motivi fondamentali: se inalato con l’ausilio di lampade aromatiche, stimola la concentrazione e la memoria. E’ un buon digestivo (ne bastano infatti due o tre gocce con un cucchiaio di miele per digerire anche pasti pesanti) e infine è un antinfiammatorio naturale, se applicato per via topica mescolato a un olio vettore, e durante un massaggio rilassante aiuta a lenire i dolori articolari”.

La procedura di preparazione sembra tra l’altro molto semplice?

“Sì, è addirittura semplicissima. E’ possibile vederne le varie fasi, con i nostri anziani all’opera, sul nostro canale  YouTube https://www.youtube.com/channel/UCKg8HgaR8J0pcZNlckCfgkA?sub_confirmation=1. Non resta quindi che connettersi e attendere l’utilizzo di questo prezioso unguento”.


 

1 commento:

  1. BENE. Un carissimo saluto alla Dina Mazzoleni....😇🌱🎶

    RispondiElimina