domenica 14 luglio 2019

Festival “Musica sull’acqua”. Il MACH ensemble stasera a Morbegno

Solista il soprano Alda Caiello, voce per “Folksongs” di Luciano Berio. Dirigerà il maestro Massimiliano Tisano
Alda Caiello, soprano.
Oggi, domenica 14 luglio, il Festival “Musica sull’acqua” fa tappa alle porte della Valtellina, precisamente a Morbegno, per il concerto all’Auditorium Sant’Antonio (inizio ore 21) del MACH ensemble, formazione che raccoglie in prevalenza i tutor e i docenti del progetto della MACH Orchestra destinato ad animare la rassegna per l’ultima settimana di programmazione.
Musicisti di livello internazionale, che provengono dalla Simon Bolivar Symphony Orchestra e dalle principali orchestre europee (Lucerne Festival Orchestra, Orchestra Mozart, Accademia nazionale di Santa Cecilia, Maggio musicale fiorentino, London Symphony orchestra) e che di alcune di queste formazioni sono le prime parti.
Diretto da Massimiliano Tisano, il concerto affiancherà ritmi e melodie di diversa provenienza, cui non mancheranno rarità.
Il programma si aprirà con La création du monde di Darius Milhaud, una delle partiture più vivaci e originali negli anni Venti per la quale il compositore francese attinge dai ritmi e dalle melodie jazz conosciute nel suo viaggio in America.
Un omaggio alle tradizioni popolari saranno anche Folksongs di Luciano Berio, celebre partitura del ’64 scritta per la voce di Cathy Berberian (qui interpretata da Alda Caiello, una tra le maggiori interpreti nel panorama europeo contemporaneo per versatilità, raffinatezza e capacità espressive, che lo stesso Berio predilisse per l’interpretazione proprio di Folksongs).
Il maestro Massimiliano Tisano.
Si tratta di una ricomposizione ritmica e armonica di undici canti popolari di varia origine, dagli Stati Uniti all’Armenia, dalla Sicilia alla Provenza.
Chiuderà il concerto una rarità, il Divertissement pour une fête de nuit del compositore venezuelano Reynaldo Hahn, trasferitosi giovanissimo a Parigi a fine Ottocento per sviluppare il suo talento musicale.
Il Festival è realizzato grazie al contributo economico della Regione Lombardia che anche quest’anno ha deciso di sostenere concretamente l’iniziativa.

Nessun commento:

Posta un commento