martedì 2 luglio 2019

Abbazia di Piona. Sabato 6 luglio su il sipario sul Festival “Musica sull’acqua”


Julian Rachlin

E’ un quintetto d’eccezione quello che sabato 6 luglio alle ore 21 aprirà all’Abbazia di Piona la XV edizione del Festival “Musica sull’acqua”.
A partire dalla presenza del celebre violinista Julian Rachlin, per la prima volta ospite del Festival, tra i più apprezzati musicisti e solista con le più prestigiose orchestre (è tra l’altro il più giovane a essersi esibito con i Wiener Philharmoniker, sotto la direzione di Riccardo Muti).
Con il suo prezioso Stradivari “Ex Liebig” del 1704, Rachlin si affiancherà al violino di Francesco Senese, che è anche direttore artistico del Festival, alla viola di Sarah McElravy, al violoncello di Patrizio Serino e al pianoforte André Gallo.
Francesco Senese
A rendere ulteriormente speciale la serata, la cornice dell’Abbazia di Piona, gioiello di architettura romanica.
Il programma si aprirà con il Quintetto in sol minore opera 57 di Šostakovič, scritto nel 1940, una pagina di chiarezza e limpidezza compositiva dopo lo sperimentalismo degli anni giovanili, cui seguirà il Quintetto in fa minore opera 34 di Johannes Brahms, che impegnò l’autore tedesco tra il 1864 e il ’65 in una gestazione travagliata e complessa che tuttavia portò alla scrittura di uno dei capolavori di musica da camera di tutto l’Ottocento e non soltanto.

Nessun commento:

Posta un commento