domenica 13 gennaio 2019

Crebbio, conto alla rovescia per la festa patronale di Sant’Antonio


(C.Bott.) E’ iniziato il conto alla rovescia per la festa di Sant’Antonio destinata nel prossimo fine settimana ad animare Crebbio come non accade in nessun altro periodo dell’anno.

Appuntamenti gastronomici (con la polenta oncia incontrastata “regina” della festa), eventi musicali e intrattenimenti, oltre alla benedizione degli animali, terranno banco nella frazione di Abbadia Lariana da giovedì 17 a domenica 20 gennaio.
L’organizzazione è affidata alla parrocchia di Sant’Antonio e al Gruppo sostenitore della scuola dell’infanzia della frazione. Teatro della festa saranno la chiesa parrocchiale e l’oratorio.
Per preparare al meglio la ricorrenza, il parroco don Vittorio Bianchi ha scritto queste riflessioni: “In occasione della memoria di Sant’Antonio abate (251-356), eremita egiziano ritenuto fondatore del monachesimo cristiano, è usanza in molti luoghi accendere falò e benedire gli animali. Esiste nel gergo popolare l’appellativo “fuoco di Sant’Antonio” per indicare il virus herpes zoster. E presso le stalle non è raro trovare immagini sacre, logorate dal tempo, dell’abate invocato quale protettore degli animali”.
E ancora: “La parrocchia a Crebbio, eretta nel 1621, ha un’origine rurale, contadina. Ne è segno anche la scelta del patrono. Nei giorni di festa si ricorreva ai frutti della terra e del proprio lavoro. Anche sulle tavole dei poveri non mancava il piatto della polenta e i derivati dal latte, il burro e il formaggio. Il passo è semplice: da data immemorabile in Crebbio (e tale è ancora oggi il richiamo) la polenta oncia diventa tradizione originale”.
“E’ la regina della festa - conclude il parroco - E allora facciamo festa in barba alle ferree regole della salute. Forti del motto semel in anno licet insanire (una volta all’anno è lecito far pazzie) godiamoci gli antichi sapori frutto della sana tradizione e la gioia di festeggiare insieme il patrocinio del Santo”.
Si inizierà dunque giovedì 17, ricorrenza liturgica di sant’Antonio, con una serata di gastronomia e musica folcloristica. Piatti tipici e curiosità gastronomiche in scena la sera di venerdì 18.
Sabato 19 messa alle ore 17, seguita da un’altra serata gastronomica. Alle 21, in chiesa parrocchiale, elevazione musicale con il Coro Aldeia di Castello Brianza diretto da Emanuela Milani.
Domenica 20, alle 11, messa in ricordo di don Mario Conconi (nella foto), che fu parroco a Crebbio per ben 45 anni. Quindi nuovamente tutti a tavola, prima dei Vespri delle 14.30, seguiti dalla benedizione degli animali sul sagrato della chiesa e dall’incanto dei canestri.
In serata ultimo appuntamento con la cucina e con la polenta oncia.

Nessun commento:

Posta un commento