lunedì 28 gennaio 2019

“Giornata per la vita”. Con il Cav di Mandello mostra del libro e primule


Venerdì 8 febbraio incontro all’Oratorio Sacro Cuore con monsignor Luigi Stucchi, vescovo ausiliare di Milano
(C.Bott.) “Costruiamo oggi una solidale alleanza tra le generazioni, come ci ricorda con insistenza Papa Francesco. Così si consolida la certezza per il domani dei nostri figli e si spalanca l’orizzonte del dono di sé, che riempie di senso l’esistenza. Il cristiano guarda alla realtà futura, quella di Dio, per vivere pienamente la vita ­- con i piedi ben piantati sulla terra - e rispondere, con coraggio, alle innumerevoli sfide, antiche e nuove. La mancanza di un lavoro stabile e dignitoso spegne nei più giovani l’anelito al futuro e aggrava il calo demografico, dovuto anche a una mentalità antinatalista che, “non solo determina una situazione in cui l’avvicendarsi delle generazioni non è più assicurato, ma rischia di condurre nel tempo a un impoverimento economico e a una perdita di speranza nell’avvenire”. Si rende sempre più necessario un patto per la natalità, che coinvolga tutte le forze culturali e politiche e, oltre ogni sterile contrapposizione, riconosca la famiglia come grembo generativo del nostro Paese”.

Sono questi alcuni dei passaggi del messaggio diffuso dal Consiglio episcopale in occasione della 41.ma Giornata nazionale per la vita che sarà celebrata in tutte le diocesi domenica 3 febbraio. “E’ vita, è futuro” il tema della Giornata.
Nello stesso documento si legge: “La vita fragile si genera in un abbraccio: la difesa dell’innocente che non è nato deve essere chiara, ferma e appassionata, perché lì è in gioco la dignità della vita umana, sempre sacra, e lo esige l’amore per ogni persona al di là del suo sviluppo. Alla piaga dell’aborto - che “non è un male minore, è un crimine” - si aggiunge il dolore per le donne, gli uomini e i bambini la cui vita, bisognosa di trovare rifugio in una terra sicura, incontra tentativi crescenti di “respingere profughi e migranti verso luoghi dove li aspettano persecuzioni e violenze”.
E ancora: “Incoraggiamo la comunità cristiana e la società civile ad accogliere, custodire e promuovere la vita umana dal concepimento al suo naturale termine. Il futuro inizia oggi: è un investimento nel presente, con la certezza che la vita è sempre un bene, per noi e per i nostri figli. Per tutti. E’ un bene desiderabile e conseguibile”.
Per la Giornata del 3 febbraio il Centro aiuto alla vita di Mandello propone una serie di appuntamenti destinati a coinvolgere l’intera cittadinanza, a partire dalla mostra del libro allestita nella veranda del “Sacro Cuore”, opportunità per mettere a disposizione di ragazzi, giovani e adulti volumi educativi, informativi e religiosi e per sensibilizzare l’opinione pubblica sui temi che più stanno a cuore all’associazione.
La mostra rimarrà allestita fino a domenica 10 febbraio e sarà aperta al pubblico secondo questo calendario: sabato 2 e sabato 9 febbraio dalle ore 18 alle 20, domenica 3 e domenica 10 dalle ore 10.30 alle 12.30, dalle 15 alle 16.30 e dalle 19.30 alle 21.
La mostra del libro sarà allestita anche nelle altre parrocchie del vicariato, dove sabato 2 febbraio, prima delle messe prefestive, sarà recitato il Rosario per la vita.

Sempre nel prossimo fine settimana all’esterno delle chiese saranno vendute le primule, simbolo della primavera e fiore della vita, iniziativa destinata a finanziare i progetti e le iniziative del Centro.
Monsignor Luigi Stucchi
Venerdì 8 febbraio alle ore 20.45, poi, nel salone dell’Oratorio Sacro Cuore di Mandello incontro-dibattito sul tema “L’abbraccio alla vita fragile genera futuro”.
Relatore sarà monsignor Luigi Stucchi, vescovo ausiliare di Milano, per tredici anni direttore del settimanale cattolico lecchese Il Resegone.
Il Cav di Mandello ha tagliato nel 2013 il traguardo del trentennale e guarda non soltanto all’accoglienza ma anche all’aspetto educativo, oltre ad assicurare un importante sostegno psicologico alle famiglie in difficoltà, che frequentando il Centro trovano risposte alle loro esigenze e alle loro problematiche.

Nessun commento:

Posta un commento