martedì 22 gennaio 2019

San Vincenzo, la festa “accende” Ombriaco. Ed è festa grande!


(C.Bott.) E’ stata la notte delle suggestioni, ma anche la notte della buona cucina, dell’eccellente spettacolo dei fuochi d’artificio, dei patol (i tipici ravioli preparati nella vivace frazione bellanese, da gustare accompagnati da un buon bicchiere di “Rosso di Valtellina”) e dei nusit, altra delizia tipica della ricorrenza a base di farina bianca, fecola, vanillina, lievito, uova, zucchero, burro e sale, oltre che delle “frittelle del Pat”.

Ma quella di lunedì 21 gennaio è stata pure la notte delle cantine aperte e del vin brulé.
Così anche quest’anno, in concomitanza con la ricorrenza di San Vincenzo, Ombriaco ha indossato l’abito delle grandi occasioni, con tanto di addobbi e luminarie.
Una festa molto ben riuscita, quella organizzata dagli “Amici di Ombriaco”, iniziata già domenica 20 con la tombolata, una cena in compagnia e il karaoke e destinata a proseguire oggi, martedì 22, con la celebrazione alle 10.30 della messa solenne nella chiesa della frazione dedicata appunto al santo patrono.
Una volta di più, insomma, nella frazione bellanese ha vinto la tradizione, insieme all’allegria e alla spensieratezza.
Nel servizio fotografico di Claudio Bottagisi, le immagini dell’edizione 2019 della festa di San Vincenzo a Ombriaco di Bellano.


Nessun commento:

Posta un commento