mercoledì 9 gennaio 2019

Il dottor Missaglia e il dopo festività: “Ecco cosa e come dobbiamo mangiare”


Le festività natalizie sono alle spalle e hanno lasciato non soltanto dolci ricordi nel cuore ma magari anche qualche centimetro in più… sul girovita.

Siamo entrati quindi nel periodo in cui ai propositi per il nuovo anno vanno ad aggiungersi quelli, forse addirittura più impegnativi, per una “remise en forme” che ci faccia recuperare dopo le libagioni delle feste.
Il dottor Marco Missaglia, specialista in Scienza dell’alimentazione e dietologia, è intervenuto su questo argomento in una recente intervista televisiva ad Angoli sull’emittente lariana Espansione Tv.
Il medico mandellese ha ricordato che non deve essere una motivazione puramente estetica a ispirare i nostri propositi ma soprattutto la consapevolezza che il sovrappeso e il girovita aumentato costituiscono un reale fattore di rischio per la nostra salute cardiovascolare e non solo.
“Dobbiamo mettere in atto non diete troppo restrittive o strampalate - afferma Missaglia - ma è opportuno iniziare ad alimentarci con cibi semplici, con carni bianche, cucinate ai ferri o ancor meglio con la cottura a vapore, che se fatta contestualmente a verdure e legumi è in grado di insaporire gli alimenti come appunto le carni bianche o i pesci magri”.
“E’ inoltre importante - aggiunge - ridurre in modo significativo l’apporto in sale, di cui abbiamo abusato in questi ultimi giorni con zamponi e insaccati,  non condannandoci comunque a mangiare tristemente in modo insipido, anzi insaporendo gli alimenti con spezie quali il curry, lo zafferano, il pepe o il peperonicino”.
“Utile eliminare anche gli alcolici e il vino con le bollicine - osserva sempre il dottor Missaglia - Ammesso un bicchiere di rosso ma non tutti i giorni, almeno in questo periodo. Sicuramente non devono mancare dalle nostre tavole verdure e frutti, meglio se di stagione”.
Quindi via libera ai kiwi, ricchi di vitamina C, ma anche ai colorati agrumi, tra i quali non può mancare il pompelmo, come lo specialista mandellese aveva avuto modo di ricordare nelle recenti puntate televisive dagli schermi di Raiuno.

Nessun commento:

Posta un commento