martedì 8 gennaio 2019

Ligastory. Band tributo a Luciano Ligabue sabato 12 a Mandello


(C.Bott.) Dopo i concerti che durante le festività di fine anno l’hanno vista esibirsi a Bariano, Nembro e Curno, sempre nella Bergamasca, e prima della tappa del 23 gennaio al Caffè del viale di Dalmine, la Ligastory sarà sabato prossimo, 12 gennaio, a Mandello.

Per il secondo atto della sesta stagione artistica 2018-2019 della Scuola di musica “San Lorenzo”, la band tributo a Luciano Ligabue si esibirà al Teatro di via XXIV Maggio. L’appuntamento (ingresso a offerta libera) è per le ore 21.15.
A comporre la band sono Lorenzo Bergamelli (chitarra e voce), Michele Foini (basso), Fabio Manara, Mauro Cattaneo (chitarre elettriche e acustiche) e Diego La Rosa (batteria).
E’ iniziata nel 2006 l’avventura della Ligastory, band che come detto porta sui palchi di tutta Italia i successi di Ligabue. Una sera di dodici anni fa, appunto, il cellulare di Michele squilla. Dall’altra parte c’è “Manny”, che in poche parole gli espone il progetto: “Ho visto su Internet che sei un bassista e cerchi un tributo a Ligabue. Bene, io sono un chitarrista e voglio fare la stessa cosa”. I due si chiudono in sala prove con Tino Vavassori (anche lui alle sei corde) per provare cantanti e batteristi.
Le prime selezioni non sono entusiasmanti, poi “Manny” tira fuori un nome: “Conosco un ragazzo che suonava con me qualche anno fa e ha la voce uguale a quella del Liga”. Si tratta di Lorenzo: timbro vocale impressionante e grande carisma, frutto di anni passati a lavorare nei locali.
Intanto alla batteria arriva Guido Mainardi. La band è ormai composta.
Passano i mesi, le ore in studio e aumenta la voglia di esibirsi live. Nell’estate 2007 arrivano i primi concerti. I ragazzi capiscono che il treno è quello buono, ma quello sulla strada del rock è un viaggio avventuroso e tortuoso allo stesso tempo. Tino lascia e al suo posto arriva Alfredo Grassi. Il gruppo trova una certa stabilità e i due anni successivi sono un lungo tour per tutto il Nord Italia e non solo.
Chilometri, date e desiderio di provare nuove esperienze sono un mix esplosivo: Alfredo e Guido decidono di mettere anima e corpo in altri progetti e vengono sostituiti da Fabio Calzi alla chitarra (qualche mese dopo toccherà a Simone Tanghetti) e Francesco Marzetti alla batteria. Musicisti di alto livello, ma anche molto impegnati a livello professionale, tanto che una nuova rivoluzione è dietro l’angolo.
Il 2012 è l’anno della svolta: Mauro e Diego prendono, rispettivamente, il posto di “Tango” e “Marze” e con il loro ingresso che la line up della band può dirsi completa.
Oltre a numerosissime esibizioni, i LigaStory possono vantare collaborazioni con i musicisti che hanno segnato la storia di Ligabue. In principio è toccato a Max Cottafavi, poi a “Capitan” Fede Poggipollini. Esperienze che hanno lasciato il segno nei cinque musicisti e hanno dato modo a Lorenzo di realizzare un sogno: cantare accompagnato dalla vera band del “Liga”.
Appuntamento allora al Teatro “San Lorenzo” di Mandello la sera di sabato 12 gennaio.

Nessun commento:

Posta un commento