martedì 26 maggio 2020

Fratelli d’Italia: “Lungo la Provinciale 72 servono tutor o rilevatori fissi di velocità”

Igor Amadori: “Mandello deve anche individuare e realizzare piazzole omologate per gli atterraggi dell’elisoccorso”
“Visto il primo impatto viabilistico e l’alta  affluenza di turisti sulla costiera orientale del lago, quest’ultimo fine settimana è stato un bollettino di guerra tra incidenti gravi, semplici tamponamenti e corse di motociclette come al Tourist Trophy. Come referente locale di Fratelli d’Italia chiederò ai nostri esponenti provinciali di interfacciarsi con la prefettura di Lecco per sollecitare una valutazione di fattibilità con gli enti gestori della strada provinciale 72 (penso alla Provincia di Lecco e ai Comuni) per la posa di tutor o rilevatori fissi di velocità lungo i tratti più pericolosi, come già fatto nelle province a noi vicine”.
Ad affermarlo e a dar voce in tal senso al Circolo del Lago costa orientale di Mandello Lario è Igor Amatori, il quale tiene a sottolineare che questa proposta “verrà avanzata esclusivamente con lo scopo di tutelare residenti e turisti”.
“Siamo al corrente degli sforzi fatti dalla Provincia di Lecco tramite il consigliere delegato Mattia Micheli e dalle amministrazioni locali per la messa in sicurezza della Sp 72, mediante finanziamenti di opere quali attraversamenti protetti e rotatorie - aggiunge - ma questa forma di “prevenzione/repressione” sarebbe un supporto non indifferente alle forze dell’ordine e agli agenti di polizia locale sul fronte della prevenzione stessa della sicurezza stradale”.
In aggiunta a ciò Fratelli d’Italia proporrà alle amministrazioni locali e in particolare a quella di Mandello l’individuazione e la realizzazione di piazzole omologate per agevolare il sempre più frequente intervento dell’elisoccorso, tramite contributi o finanziamenti di Comunità montane e Regione Lombardia.
“In merito a queste proposte - conclude Amadori - speriamo di ottenere risposte positive”.

Nessun commento:

Posta un commento