lunedì 18 maggio 2020

“Vivere Lierna”: “L’emergenza Covid-19? Non basta ringraziare, occorre fare di più”

Mauri e Marcelli: “E’ doveroso e importante che il Comune faccia la propria parte e spenda una consistente parte delle risorse disponibili”
Consiglio comunale in videconferenza, lo scorso venerdì 15 maggio a Lierna. Al riguardo i consiglieri Marco Mauri e Nunzio Marcelli, esponenti del gruppo di minoranza “Vivere Lierna”, hanno diffuso questa nota:
“Abbiamo condiviso il ringraziamento del sindaco rivolto ai privati e alle associazioni che in occasione dell’emergenza Covid-19 hanno donato cibo e materiale e hanno provveduto alla loro distribuzione, e il “grazie” ai negozi che hanno effettuato a domicilio le consegne di prodotti alimentari, medicinali e giornali, oltre che ai dipendenti comunali.
E’ stato approvato il nuovo regolamento per la Ztl (zona a traffico limitato) e quello dei rifiuti, ma abbiamo lamentato la mancata convocazione delle apposite commissioni prima dei portare i temi in questione in consiglio comunale.
Il consigliere Marco Mauri, esperto di mobilità sostenibile, ha sottolineato il fatto che avrebbe potuto dare il proprio fattivo contributo consigliando al meglio l’amministrazione comunale, che tuttavia ha scelto il car sharing con un costo annuale di 6.075 euro. Si è anche discusso molto del consuntivo del 2019.
Abbiamo sottolineato alcuni aspetti a nostro avviso non condivisibili e ci siamo astenuti in sede di votazione proprio sul bilancio 2019, che chiude con un fondo cassa al 31 dicembre di 1.717.196,55 euro, un risultato di 1.003.369,24 euro, di cui 108.302,16 euro accantonati, 534.202,59 vincolati, 10.958 destinati a investimenti e 349.906,49 di risorse immediatamente disponibili dopo l’approvazione del bilancio.
Abbiamo sottolineato che l’amministrazione comunale, a fronte dell’emergenza Covid-19, non può e non deve limitarsi a ringraziare i privati e le associazioni che hanno donato e distribuito materiale alle famiglie in difficoltà (ringraziamenti doverosi), ma deve avere una visione più ampia in merito al grave problema che stiamo vivendo e deve fare la propria parte, attivando iniziative comunali e destinando risorse concrete e in tempi brevi per tutta la comunità.
Se lo Stato ha erogato 11.213 euro per le immediate esigenze di cittadini e famiglie in difficoltà (le famiglie interessate sono al momento 28 e l’assistente sociale ha fatto un buon lavoro), se la Provincia o la Regione hanno dato mascherine o altro, è doveroso e importante che il Comune faccia la propria parte e spenda una consistente parte delle risorse spendibili (143mila euro dell’addizionale Irpef comunale e una consistente percentuale dei 349.906,49 euro dell’avanzo di amministrazione), erogando contributi diretti a famiglie che hanno figli in età scolare, agli anziani e ai cittadini in difficoltà, ai lavoratori con piccole attività turistiche (se è vero che Lierna è un paese turistico!), agli esercizi pubblici e alle piccole attività produttive e commerciali che non hanno potuto lavorare e neppure incassare i soldi necessari per pagare bollette, imposte e tasse e rinviare tutto quello che si può rinviare,  fatte salve le proroghe regionali e statali.
In questo momento e nell’immediato futuro, in attesa di sostanziali novità che risolvano il problema Covid-19, dobbiamo pensare ai bisogni impellenti e primari dei liernesi, delle persone. Non è sostenibile pensare di spendere ancora tanti soldi in progetti irrealizzabili, o quelli in bilancio da oltre 11 anni, in liti, ricorsi, parcelle di avvocati e consulenti.
Così come abbiamo fatto il 3 marzo, ma siamo rimasti inascoltati, abbiamo dato la nostra disponibilità per cercare di condividere una visione, lavorare insieme per venire incontro ai bisogni dei nostri concittadini e affrontare le fasi successive, con l’auspicio che si risolvano i problemi determinati dal Covid-19.
Marco Mauri e Nunzio Marcelli, consiglieri comunali della lista civica “Vivere Lierna”   

Nessun commento:

Posta un commento