domenica 10 maggio 2020

Special Olympics Italia e “Smart games”, da oggi le sfide online degli atleti Arcobaleno

(C.Bott.) Fin dalle prime settimane dell’emergenza coronavirus (si era dunque ancora in febbraio) Special Olympics aveva deciso di annullare tutte le manifestazioni in calendario per i mesi successivi, tra cui i Giochi nazionali che avrebbero dovuto tenersi a Varese a inizio giugno.
Tuttavia, per coinvolgere gli atleti costretti appunto a rinunciare alle gare e agli allenamenti, sono stati ideati gli Smart games, che prevedono una serie di sfide “in remoto” da svolgersi attraverso i canali social di comunicazione, in particolare Facebook e Zoom.
Oggi, domenica 10 maggio, si tiene la cerimonia di apertura con il torch run, corsa a staffetta che ha per protagonisti atleti e rappresentanti delle forze dell’ordine che scortano la “fiaccola della speranza”. Non a caso il torch run è tra gli eventi di sensibilizzazione più importanti di Special Olympics e gli atleti vi partecipano con foto e filmati.
Alla manifestazione partecipano anche i portacolori della sezione Arcobaleno della Polisportiva Mandello che avrebbero dovuto essere protagonisti come detto tra meno di un mese dei Giochi nazionali estivi di Varese.
“Everywhere we play” è il motto che accompagna l’evento e la dice lunga sulla determinazione che contraddistingue gli atleti Special Olympics e l’intero movimento.
L’evento proseguirà fino al 31 maggio e da casa gli atleti Special Olympics potranno cimentarsi in 18 diversi sport con appositi esercizi elaborati e adattati al contesto dallo staff tecnico nazionale, messi a disposizione su una playlist YouTube.
Le discipline sportive proposte sono: atletica, badminton, basket, bocce, bowling, calcio, canottaggio, karate, ginnastica, golf, nuoto, equitazione, pallavolo, racchette da neve, rugby, snowboard, tennis e tennis tavolo.
Gli Smart Games ripercorrono online tutte le fasi e le caratteristiche tipiche di ogni evento Special Olympics: dalla cerimonia di apertura alle prove di abilità e alle competizioni vere e proprie, fino ad arrivare al momento del riconoscimento e della premiazione. E la filosofia che accompagna l’iniziativa non cambia: “Nessuno resti escluso”.
Gli “Special Olympics Italia Smart games” nascono dal desiderio di premiare l’impegno quotidiano degli atleti e quella tenacia che tanto insegna alla società. Spazio allora a un modo nuovo di fare sport insieme, di promuovere comunque l’inclusione con un evento “total smart” diverso, in antitesi rispetto a quelli che usualmente vengono associati al movimento.
Gli “Smart games” rappresentano insomma una sorta di esperimento sociale e sportivo, una sfida che racchiude una grande potenzialità.

Nessun commento:

Posta un commento