sabato 23 maggio 2020

Gli alunni di quarta della scuola primaria di Lierna: “Dopo tutto questo… saremo di nuovo felici”

(C.Bott.) “Siamo solo bambini ma siamo il futuro”. Una frase oltremodo significativa, seguita da un altrettanto esplicito “Grazie a tutti”, alla fine di un video di poco più di 4 minuti realizzato dagli alunni della classe quarta della scuola primaria di Lierna con la “regìa”, come d’abitudine mirata e attenta a ogni dettaglio, della loro insegnante, la mandellese Giordana Bonacina.
Un filmato il cui titolo - “Quando tutto finirà…” - richiama inequivocabilmente le settimane e i mesi dell’emergenza coronavirus e della didattica a distanza che proprio in un periodo così difficile ha fatto sì che non si interrompesse quel fondamentale legame costruito in classe tra insegnanti e alunni.
Un messaggio positivo perché accompagnato da parole di speranza come quelle di Matilde, che scrive: “Il vento ci accarezzerà il viso, il cielo ci regalerà il suo azzurro più bello, l’acqua ci donerà il suo canto di pace, i fiori ci sorrideranno con i loro colori. Riprenderemo il cammino della vita”. E ancora: “Dopo tutto questo… impareremo ad amare di più gli amici, la maestre e persino la scuola. Capiremo cosa significa veramente essere liberi. Dopo tutto questo ritorneremo a correre, a saltare nelle pozzanghere, ad arrampicarci sugli alberi. Dopo tutto questo, saremo di nuovo felici. Teniamo duro…”.
A fare da sfondo a ogni frase bellissime immagini e paesaggi d’incanto. E una musica coinvolgente. Poi altri pensieri: da quelli di Saimon, ispirati alla consapevolezza che “ci sarebbe tanto da dire”, al messaggio di Ledion con il suo esplicito “Vinceremo noi”, passando per le considerazioni di Abigail, Samuele, Vanessa, Linda, Gaia, Giulia ed Eva. E altre riflessioni: “Vinceremo noi se sapremo aiutarci, come le case che stanno vicine… se sapremo pensare con dolcezza, come cigni sull’acqua… se sapremo guardare avanti e sperare nel bene… se sapremo essere come il sole, che tramonta e poi rinasce”.
Messaggi di speranza alimentati da una convinzione: quella secondo la quale “la salvezza è proprio nei bambini”. Parola della maestra Giordana.

Nessun commento:

Posta un commento