24 dicembre 2020

Il presepe “violato” a Inesio di Vendrogno. I carabinieri di Bellano donano le nuove statuine


 

(C.Bott.) Qualche giorno fa avevano avuto l’amara sorpresa di trovare il presepe da loro allestito come ogni anno all'antico lavatoio della piccola frazione di Vendrogno senza più le statuine, rubate da chissà chi ma certamente da persone senza scrupoli. E senza cuore.

Il furto aveva inevitabilmente gettato un velo di tristezza su quanti si erano mobilitati per mantenere viva quella tradizione, tanto più alla fine di un anno complicato qual è stato il 2020. Qualcuno di loro aveva tuttavia lasciato sull’antico lavatoio un biglietto con scritto: “Ai ladri auguriamo buone feste… che siano di buon auspicio”.

Ieri, antivigilia di Natale, i residenti di Inesio hanno avuto un’altra sorpresa, questa volta però decisamente più piacevole e oltremodo gradita. I carabinieri della stazione di Bellano, ai quali si erano rivolti per denunciare l’accaduto, avevano infatti deciso di rimpiazzare di loro iniziativa con nuove statuine quelle rubate.

Il presepe di Inesio con le nuove statuine donate dai carabinieri di Bellano.


Un gesto accompagnato da un significativo biglietto, a sua volta collocato accanto al presepe, su cui è scritto: “In periodi come il Natale, dove le coscienze dovrebbero svegliarsi assistiamo purtroppo a gesti miserabili e privi di amore verso il prossimo. Vogliate gradire il nostro piccolo dono, assieme ai nostri auguri di buone feste!”. Poi la firma: I carabinieri di Bellano.

 

1 commento:

  1. Che storia bellissima da leggere alla vigilia di Natale! Grazie

    RispondiElimina