mercoledì 27 marzo 2019

I grandi musicisti ospiti del lago. Se ne parla sabato 30 a Varenna


Inizio dell’incontro alle ore 21. L’iniziativa è dell’Associazione culturale “Luigi Scanagatta”
(C.Bott.) L’Associazione culturale “Luigi Scanagatta” organizza per sabato 30 marzo a Varenna, nella propria sede in via dell’Arco e con inizio alle ore 21, una conferenza dal titolo “I grandi musicisti ospiti del Lago”.

La serata prende spunto dalla ricerca effettuata nel 2018 dal Gruppo culturale artistico “Vincenzo Bellini” di Moltrasio, concretizzatasi in un volumetto - edito quello stesso anno - in cui sono raccolte informazioni riguardanti le numerose presenze sul Lario di illustri musicisti, compositori, esecutori e danzatori degli ultimi quattro secoli.
Pur essendo nota l’importanza del Lago di Como - che da secoli rappresenta una meta privilegiata per gli artisti, per le sue bellezze paesaggistiche e per l’atmosfera che vi si respira, capace di ispirare opere immortali - tuttavia è sorprendente quanto numerose siano state tali presenze.
Nel corso della serata gli ospiti saranno proprio i grandi della musica e della danza, le motivazioni delle loro presenze sul Lario, il legame unico instaurato con le località lacustri, le composizioni effettuate in loco, gli incontri con altri grandi e anche alcuni interessanti aneddoti. Non informazioni biografiche conosciute, ma particolari meno noti dei loro soggiorni sul Lario.
“Si tratta di occasioni uniche nella storia - spiegano i responsabili dell’Associazione Scanagatta - che il nostro lago conserva gelosamente. Soltanto per citare alcuni grandi, tra una scelta di 55 effettuata nel volume di cui si è detto: Bellini, Brahms, Donizetti, Giordano, Glinka, Leoncavallo, Liszt, Wagner, Verdi, Taglioni, Paganini, Rossini, Rachmaninov, Mendelssohn, Pasta, Ponchielli e altri ancora”.
Insomma un tour ideale tra le località che li hanno ospitati, un ricordo deferente e anche un po' scanzonato del rapporto tra il Lario e i grandi, illustri ospiti.
Relatori saranno Svetlana Zykova De Marchi, che ha effettuato la ricerca, e Claudio Castoldi, che ha supervisionato la redazione dei testi per il volume.

Nessun commento:

Posta un commento