domenica 31 marzo 2019

Musica e medicina. Il maestro varennese Cominetti in concerto a Lecce

Ennio Cominetti, secondo da destra, premiato al Casinò di Sanremo.

(C.Bott.) Dall’11 aprile al 6 giugno si svolgerà a Lecce la prima edizione dell’evento “I giovedì di musica e medicina - Spettacolo e salute - I concerti dell’informazione e della prevenzione”, evento organizzato dall’Associazione giovani musicisti italiani.

La manifestazione prevede sette incontri di informazione e prevenzione su alcune tra le patologie con la maggiore ricaduta sociale, seguiti da altrettanti momenti di musica e spettacolo durante i quali si esibiranno artisti di fama internazionale.
In occasione di ciascun incontro medici e ricercatori parleranno di prevenzione e terapia in modo intellegibile e discorsivo, interagendo con il pubblico mediante la partecipazione attiva all’evento, affiancati dai referenti di alcune associazioni nazionali che sul territorio si occupano di informare, sensibilizzare, coinvolgere e assistere.
Si realizzerà inoltre un vero e proprio connubio tra medicina e musica, affiancando a un momento scientifico di conoscenza e avvicinamento a tematiche medico-sociali di estrema attualità quel messaggio universale di bellezza e speranza che la musica e l’arte hanno il potere di trasmettere.
La direzione artistica, affidata al maestro Attilio Igino Puglielli, porterà a Lecce concertisti e artisti del calibro di Cristiano Rossi, Gino Cesaria, Letizia Michielon, Davide Santacolomba, Marta Meszaros, Piero Viti ed Ennio Cominetti, varennese.
Gli incontri-concerti si terranno presso il Museo provinciale “Sigismondo Castromediano” e al Conservatorio di musica Tito Schipa” di Lecce.
Cominetti, in particolare, sarà il protagonista del concerto d’organo di giovedì 2 maggio alla Cavea del Conservatorio Schipa, che seguirà l’incontro sul temaDalla dipendenza alla libertà”.
Va ricordato che in questi ultimi giorni il maestro Cominetti è stato uno dei protagonisti al Casinò di Sanremo della ventiduesima rassegna dedicata all’editoria gastronomica e di territorio promossa dall’associazione culturale “Ristoranti della Tavolozza” e dallo stesso Casinò della “città dei fiori”.
Il musicista varennese era stato selezionato (ed è stato premiato) per il libro Ah, che bel vivere - Guida ai piaceri della tavola e ai luoghi del grande Rossini, edito da Eurarte.

Nessun commento:

Posta un commento