lunedì 18 marzo 2019

Villa Carlotta, il 22 marzo si alza il sipario sulla nuova stagione di Museo e giardini


Dopo la pausa invernale, venerdì 22 marzo riaprono i cancelli di Villa Carlotta. La dimora tremezzina accoglierà gli appassionati di arte, botanica, musica e tutti coloro i quali avranno voglia di scoprire il giardino e il museo tutti i giorni fino al 3 novembre.
Particolare attenzione sarà destinata alle collezioni storiche, alle comunità del territorio, alle famiglie, alle scuole, a chi sceglie il Lago di Como come meta di vacanza.

La stagione 2019 si apre con una prima mostra fotografica “Chiare, fresche e dolci acque. Viaggi fotografici sul Lago di Como” (12 aprile - 9 giugno) che ripercorre un secolo di vita lariana e di storia della fotografia grazie alle opere raccolte con sapienza e meticolosità dal collezionista comasco Ruggero Pini. Un viaggio che parte nell’Ottocento con Luigi Sacchi e Pompeo Pozzi e termina con le istantanee di Alfred Stieglitz.
A seguire verrà proposto un momento di ritorno alle origini di Villa Carlotta, quando era ancora Villa Clerici, dalla famiglia che alla fine del Seicento ha edificato la residenza insieme a parte del giardino che oggi conosciamo.
I Clerici iniziarono la loro attività di mercanti di lana e seta proprio sulle sponde del Lago di Como, a Domaso, piccolo centro posto in una posizione strategica che favoriva i commerci verso il Nord Europa e le Fiandre, attraverso la Valtellina.
Una mostra “Splendori del Settecento sul Lago di Como. Villa Carlotta e i marchesi Clerici”, che partirà il 22 giugno, illustrerà la storia della famiglia Clerici legata alla dimora tremezzina e accompagnerà tutta la stagione.
Sul filone del commercio di tessuti, la stagione 2019 proseguirà con una mostra dedicata all’arte tessile con opere di arte antica e contemporanea, attentamente selezionate dall'ampia e raffinata Collezione Canclini (22 giugno - 3 novembre): “Telai e trame d’autore. Da Leonardo a Maria Lai”.
Anche quest’anno saranno valorizzate le collezioni museali di Villa Carlotta, argenti e ceramiche torneranno a risplendere nella Wunderkammer raccontando i riti quotidiani del Giovin Signore, dal risveglio fino all’ora della merenda e a testimonianza di Luci e splendori dell’epoca d’oro.
Saranno organizzate esposizioni di arte contemporanea (Marlene Luce Tremblay. Love in Lake Como e Rossella Rossi. Water Memories 26 giugno - 10 luglio), con due acquarelliste botaniche Silvana Rava (Natura dipinta. 30 marzo - 14 aprile) e Marina Fusari (8 - 23 giugno), con l’esperta di tinte naturali Paola Della Pergola (Colori secondo natura 13 - 28 luglio), Barbara Aloisio (Tintura a riserva, 31 luglio -12 agosto).
Attento al territorio, l’Ente si prefigge lo scopo di riuscire a tessere rapporti durevoli e consolidati con le comunità locali dando particolare spazio a giornate speciali dedicate alle famiglie come ad esempio la “Caccia al tesoro botanico” (22 aprile), oppure “Disegniamo l’arte” (31 marzo), la giornata delle camelie sul Lario prevista per il 6 e 7 aprile e focalizzata sull’uso della camelia nel campo della cosmesi.
La Notte al museo quest’anno sarà qualcosa di particolare, cadendo venerdì 17 maggio, e ancora l’usale appuntamento con l’arrivo dell’estate sarà festeggiato il 21 giugno, giorno del Solstizio, con Sogno di una notte di mezza estate e con il giorno della musica indetto dal Mibac.
Per i piccoli esploratori non mancherà in estate l’appuntamento con il Summercamp in museo e in giardino, organizzato in due periodi diversi (10-14 giugno e 5-9 agosto), per poi ritrovarsi con il giorno della Famiglie al museo il 13 ottobre e a festeggiare Halloween con uno spettacolo di burattini il 31 ottobre, “La leggenda del flauto magico”. Nei giorni 6-7-8 dicembre non mancheranno gli eventi di “Prepara il tuo Natale a Villa Carlotta”.
Un anno intenso, dunque, dove non potrà mancare l’attenzione al parco botanico: un patrimonio vegetale che vuole essere giardino ornamentale con tutti i suoi ambienti (Rhododendron day, 5 maggio) ma anche luogo dove poter ritornare a una tradizione locale, quella dell’uso delle erbe spontanee in ambito culinario e curativo.
Un progetto, quello dell’Etnobotanica, iniziato tre anni fa e che mira a raccogliere testimonianze tra il pubblico dei visitatori e soprattutto tra quello delle comunità locali e a poter creare uno scrigno di saperi antichi, quasi fosse un archivio fatto di tante voci.
Due i momenti previsti per illustrare i risultati di questa indagine e per raccogliere ulteriori tracce: il 25 maggio “Andar per erbe” e il 21 giugno nell’ambito dell’evento per il Solstizio d’estate. Sul finire della bella stagione, il 1° settembre, verrà proposta una passeggiata creativa nell’ambito di “Como un quadro” che terminerà con un’esperienza serale al giardino illuminato.
A settembre, in occasione delle Giornate europee del patrimonio, il focus andrà alla valorizzazione dell’Archivio Belloni Zecchinelli, depositato presso Villa Carlotta dal 2017.
Non mancheranno gli appuntamenti musicali, ben accolti dal pubblico internazionale ma che denotano crescente interesse anche tra il pubblico lariano. Il tema settecentesco aleggerà nelle sale del museo.
Importante da ricordare la data dell’11 maggio, giorno del concerto che vedrà ospiti di Villa Carlotta gli amici dei Musei di Meiningen in Germania, a cui la dimora è legata per motivi storici essendo stata appunto residenza della Principessa Carlotta e del Duca Georg II di Sassonia Meiningen dalla metà dell’Ottocento fino alla confisca della proprietà da parte dello Stato italiano nel primo dopoguerra.
L’impegno sociale continua con la campagna “Villa Carlotta per tutti” per la creazione di laboratori multisensoriali gratuiti studiati per permettere a gruppi di persone in difficoltà di scoprire le opere d’arte del museo e le specie botaniche del parco, incoraggiando i partecipanti a esprimere se stessi e la propria creatività e favorendo l’incontro con l’altro e la condivisione di un’esperienza capace di regalare emozioni e sorrisi.
Ormai consolidate le collaborazioni con Anffas Centro Lario e Valli che prevede una esposizione artistica nel mese di agosto (Trame colorate, 15-25 agosto) e con la Cooperativa Azalea con cui continua il lavoro di ortoterapia presso il compendio e verrà organizzato un concerto benefico martedì 28 maggio.
Riprendendo la sua mission e la sua natura di museo riconosciuto, l’Ente Villa Carlotta propone attività educative che mirano a diffondere la comprensione, l’amore e il rispetto per la cultura, ponendo il visitatore al centro e rimanendo sempre in ascolto dei bisogni di chi intende trattare con il bello racchiuso tra le sale del museo e i viali del giardino.

Nessun commento:

Posta un commento