martedì 15 ottobre 2019

Canti e riti della tradizione. Nel fine settimana due concerti in Svizzera

Continuano nel prossimo fine settimana gli appuntamenti musicali del progetto "La voce della terra: canti e riti della tradizione - VoCaTe", finanziato nell’ambito dell’asse II Valorizzazione del patrimonio naturale e culturale del programma interreg V-A Italia Svizzera, di cui è capofila la Provincia di Lecco.
Sabato 19 ottobre alle 20.30, nella chiesa Collegiata a San Vittore in Svizzera, si terrà il concerto “Musiche per San Vittore” con il gruppo "More Antiquo" diretto dal musicologo e gregorianista Giovanni Conti e con Riccardo Zoia all’organo.
Ambrogio di Milano è il primo testimone del culto di San Vittore. Celebre l’inno in onore dei martiri Vittore, Nabore e Felice, soldati originari della Mauritania che morirono in difesa della fede.
Il legame con la metropoli lombarda fu il primo veicolo della diffusione della devozione a questo santo che incarnava l’ideale della fede testimoniata con il martirio.
Devozione che ha significato un progressivo stratificarsi di composizioni musicali dal IV al XIX secolo, per la maggior parte in area alpina e subalpina. Molte composizioni sono entrate nella pratica liturgica nei repertori ambrosiani e in quelli romani, a consolidamento di una pratica devozionale mai venuta meno.
Domenica 20 ottobre alle 20.30 nella chiesa di San Nicolao a Lugano si terrà invece  il programma “Vêpres de la Vierge” con Dupré Ensemble.
La composizione di inizio ‘900 si colloca perfettamente nel contesto della pratica liturgico-devozionale di quel periodo storico in cui i musicisti francesi, titolari dei grandi organi parigini, esprimevano il loro desiderio di innovazione e nel contempo di attaccamento alla tradizione.
Tradizione nel senso dei valori secolari espressi dal cattolicesimo, innovazione nel senso della ricerca di sonorità in qualche modo sperimentali e all’insegna di una concezione alla cui base vi era l’idea dell’improvvisazione. Era la festa dell’Assunzione del 1919, quando Marcel Dupré sostituì Louis Vierne alle tastiere del grande organo della cattedrale di Parigi. Vierne stesso raccontò il piacere di sentire l’eco di Cesar Franck nelle note di Dupré.
I concerti in Svizzera, a ingresso libero, sono organizzati da “Cantar di pietre”, capofila svizzero del progetto “VoCaTe”, con la direzione artistica di Giovanni Conti.

Nessun commento:

Posta un commento