lunedì 14 ottobre 2019

Mandello, nessuna notizia di Sergio Coghi. Di lui non c'è traccia ormai da otto giorni

Sergio Coghi, 85 anni. Di lui non si hanno notizie dalla sera del 6 ottobre.
Dal giorno in cui non ha più fatto rientro nella sua abitazione in via Partigiani a Mandello sono passati otto giorni e di lui non si è trovata traccia.
A nulla sono purtroppo valse le ricerche - coordinate dai carabinieri della locale stazione - avviate fin dalle ore immediatamente successive alla scomparsa con l’ausilio di cani molecolari, dell’elicottero e dei vigili del fuoco, che hanno perlustrato con i sommozzatori le rive antistanti l’abitato di Mandello e scandagliato vari tratti del lago.
Sergio Coghi, 85 anni, sembra essere svanito nel nulla. Oltre appunto all’area a lago, è stato battuto il corso del fiume Meria, così come la zona di Maggiana e San Giorgio, dove l’uomo pare fosse stato avvistato nel pomeriggio di domenica 6 ottobre, forse prima che si dirigesse verso “San Lorenzo” e l’imbarcadero, dove era stato visto intorno alle 18 di quello stesso giorno.
Sono anche state visionate telecamere pubbliche e private, ma senza esito.
Di Sergio Coghi era nota la passione per le camminate e la montagna. Socio del Cai Grigne di Mandello dal 1991, aveva ricevuto nel 2016 il riconoscimento riservato appunto ai soci con 25 anni di appartenenza al Club alpino. 
Coghi è stato poi tra i fondatori del gruppo “Semprevivi” attivo all'interno del Cai dal 2005 e fino a non molti anni fa era stato il responsabile di quella stessa realtà associativa.

Nessun commento:

Posta un commento