venerdì 11 ottobre 2019

Esino Lario accoglie sabato 12 e domenica 13 le “Giornate Fai d’autunno”

Una stazione della Via Crucis di Michele Vedani a Esino Lario.
Appuntamento a Esino Lario, sabato 12 e domenica 13 ottobre, con le “Giornate Fai d’autunno” proposte dalla delegazione lecchese del Fondo Ambiente Italiano.
“Come da un po’ di tempo a questa parte - spiegano i promotori delle “Giornate” - abbiamo scelto, anziché un unico sito, un intero territorio delle nostra provincia con le sue testimonianze storico-socio-culturali. A Esino Lario il programma sarà ricco e variegato, grazie alla preziosa collaborazione di enti e associazioni locali”.
I partecipanti visiteranno innanzitutto Villa Clotilde, oggi sede della Biblioteca, interessante espressione del fenomeno della villeggiatura che interessò Esino nel primo Novecento. In questa villa è conservato l’Archivio Pietro Pensa, dove sono custoditi importanti fondi storici e documentari, nonché preziose pergamene trecentesche.
La visita all’archivio Pensa (aperto soltanto domenica pomeriggio) sarà riservata ai soli aderenti al Fai e fino a esaurimento dei posti disponibili.
Sono poi in programma le visite al Museo delle Grigne (recentemente rinnovato, si trova nel parco di villa Clotilde e illustra in uno spazio moderno e interattivo interessanti raccolte relative anche ai celebri fossili di Esino e alla rinomata scuola di arazzeria fondata nel primo Novecento dal parroco Rocca), alla Via Crucis dello scultore Michele Vedani (che accompagna il viale della chiesa parrocchiale ed è costituita da quindici cappelle con grandi formelle bronzee realizzate tra il 1939 e il 1941) e alla chiesa parrocchiale di San Vittore.
Un particolare della sacrestia della chiesa di San Vittore.
La chiesa di Esino conserva al suo interno un eccezionale capolavoro d’arte, ossia la piccola sacrestia, ornata di grandi armadiature e interamente decorata con stucchi e affreschi di artisti non di secondo piano del contesto artistico milanese del XVII secolo: Carlo Pozzo, Giuseppe Antonio Castelli e Giacomo Scotti.
Un’altra tappa sarà alla chiesa di San Pietro in località Ortanella. Questa piccola chiesa, ricostruita in forme romaniche nel primo Novecento, costituisce un elemento di grande valenza paesaggistica e ambientale per il contesto bucolico e agreste in cui sorge.
Durante le “Giornate Fai” sono previsti questi appuntamenti e iniziative:
- Sabato 12 alle ore 10, presso il Museo delle Grigne, presentazione di Paola Tognini, la geologa e speleologa che ha curato la sezione grotte del museo.
- Sabato 12 alle ore 15 Martina Pensa proporrà il percorso dei Celti con i bambini.
- Domenica 13 alle ore 11.30 è in programma la visita guidata di Tiziana Rota, autrice del libro su Vedani, alla Via Crucis.
- Domenica 13, alle 15 e alle 16, lo storico Marco Sampietro introdurrà ai documenti dell’archivio Pietro Pensa.

Nessun commento:

Posta un commento