lunedì 21 ottobre 2019

Scuola giovanile “Zelioli” di Mandello in concerto il 25 ottobre a Como San Fedele

All’organo Alessandro Milesi. Il programma della serata sarà incentrato sul Romanticismo
Concerto per organo e coro, venerdì 25 ottobre alle ore 21, nella Basilica di San Fedele in Como. A esibirsi saranno Alessandro Milesi all’organo e le ragazze della Scuola giovanile “Giuseppe Zelioli” di Mandello.
Il programma del concerto sarà incentrato sul Romanticismo, periodo da riscoprire in tutta la sua bellezza.
La Scuola giovanile, realtà raffinata e in costante crescita, interpreterà sotto la direzione dello stesso maestro Milesi mottetti di Schumann e Schubert e alcuni lieder di Mendelssohn, alternando brani corali con pezzi solistici a carattere virtuosistico.
L’evento, organizzato dalla parrocchia di San Fedele guidata da don Pietro Mitta, fino allo scorso autunno parroco del “Sacro Cuore” di Mandello, è stato reso possibile grazie a un lungimirante progetto di rinnovamento voluto dall’Associazione Coro Zelioli, di cui la formazione della Scuola giovanile rappresenta soltanto il primo passo.
Alessandro Milesi
“A breve - spiega Milesi - partiranno corsi di formazione strutturati su tre orari settimanali, di cui uno al mattino, rivolti ai coristi adulti ma anche a eventuali simpatizzanti esterni. I corsi saranno tenuti da alcune ragazze della stessa Scuola giovanile”.
La Scuola giovanile “Giuseppe Zelioli” nasce da un progetto del Coro Zelioli di Mandello per consentire ai giovani di avvicinarsi al canto corale mediante lo studio, l’approfondimento e l’interpretazione della letteratura polifonica di ogni tempo.
Il gruppo, che svolge esclusivamente attività concertistica, ha sempre riscontrato, da parte della critica, apprezzamenti per l’aderenza stilistica alla letteratura eseguita e la sicura preparazione vocale.
A farne parte sono Carla Invernizzi, Maria Giovanna Erroi, Manuela Ferraioli, Irene Lanfranconi ed Eliana Mauri (soprani), Azzurra Astorino, Katia Cattaneo, Constance Coupé, Myriam De Fazio e Chiara Martinelli (alti).

Nessun commento:

Posta un commento