lunedì 28 ottobre 2019

Colico. Re Riccardo fa centro! Centinaia di visitatori al Forte di Fuentes

Il “Museo della guerra bianca”, l’associazione “La Corte del drago” e la Pro loco di Colico hanno fatto centro. La ricostruzione storica “Re Riccardo e i templari”, andata in scena sabato pomeriggio al Forte di Fuentes, è stata un successo.
Centinaia i turisti che si sono voluti “tuffare” nell’atmosfera medievale del Forte che, in realtà, risale al 1600, ovvero a un periodo successivo. Ma la “quinta” rappresentata da questa fortezza spagnola è irresistibile e Franz Robbiati, responsabile dell’associazione “La Corte del drago” che ha fatto rivivere le vicende legate a re Riccardo, ha voluto essere in questo luogo storico per Colico nei secoli.
“Dopo due rinvii dovuti al maltempo - spiega - siamo riusciti a portare i nostri rievocatori al Forte di Fuentes. Siamo stati in più di 60 e così tra “lealisti” e oppositori re Riccardo è tornato dalle Crociate. I fatti risalgono al 1194, quando Riccardo, dopo aver pagato un considerevole riscatto, riesce a tornare in Inghilterra incontrando Giovanni “Senza terra” che gli aveva usurpato il regno. Anche se Fuentes è successivo a quel momento storico, ci è piaciuto ricreare un’atmosfera e un momento di storia, anche se resi un po’ “fantastici” per i bambini che hanno gradito moltissimo il nostro impegno”.
Ne è scaturita, grazie altresì al grande impegno della Pro loco colichese guidata da Tullio Cristini, una giornata di divertimento, coinvolgente e appassionante per grandi e piccoli. Fondamentale anche il ruolo dei volontari di Protezione civile, che hanno gestito in modo impeccabile il servizio navetta e ai quali va il grazie più sentito degli organzzatori.
Chi ha voluto ha approfondito il periodo storico legato alla storia di Fuentes e chi ha preferito invece tuffarsi nell’Inghilterra del XII secolo lo ha fatto con grande piacere.
Ora i forti di Fuentes e Montecchio osserveranno, insieme alla torre di Fontanedo, gli ultimi tre giorni  di apertura “ordinaria” l’1, il 2 e il 3 novembre. Dopodiché riapriranno in concomitanza con le feste natalizie per qualche giorno.

Nessun commento:

Posta un commento