mercoledì 2 ottobre 2019

“La voce del tuono”. Concerto di taiko venerdì 4 ottobre a Mandello

(C.Bott.) Si lega a pratiche che in Giappone derivano da antichi culti dei clan. I diversi clan veneravano i loro antenati, che con il passare delle generazioni diventavano divinità locali. Non a caso in molti luoghi si ritrova una tradizione locale di taiko che comprende ritmi, canzoni originali e movimenti particolari.

Nella tradizione giapponese il taiko si unisce anche a forme artistiche. Ha accompagnato l’arte drammatica fin dalle sue origini, a partire dal XVII secolo, ed è stato introdotto nel teatro kabuki.
Il taiko sarà il protagonista del concerto che si terrà venerdì prossimo 4 ottobre al teatro comunale “Fabrizio De Andrè” di Mandello, con inizio alle ore 21 (ingresso 5 euro).
Proposto dal’associazione Taiko Lecco, lo spettacolo - dall’accattivante titolo “La voce del tuono” - è incluso nella ventiduesima edizione di “Immagimondo”, il festival che si propone di divulgare un’idea di viaggio che parta dalla curiosità e dalla voglia di conoscere popoli, luoghi e culture del mondo, promuovendo un turismo praticato con rispetto e responsabilità.
Tornando alla serata mandellese, va detto che il taiko ha accompagnato le arti performative giapponesi fin dall’antichità e non ha mai smesso di evolversi.
Questa arte consiste nel coniugare suono e ritmo al movimento. Tamburi di grandezza e timbro differenti sono percossi da più suonatori, a volte all’unisono altre con ritmi che si sovrappongono tra loro.
I tamburi richiedono gesti ampi e solenni che costituiscono vere e proprie coreografie. Per questo lo spettacolo di taiko non è puramente musicale, ma contiene in sé elementi visuali e teatrali.

Nessun commento:

Posta un commento