sabato 15 giugno 2019

Fusine. Il sindaco Monica Taschetti: “Amministrare è promuovere il bene comune”


Il nuovo consiglio comunale di Fusine.

(C.Bott.) Atto ufficiale di insediamento del nuovo consiglio comunale, venerdì 14 giugno a Fusine. Nuovo appunto il Consiglio, scaturito dal voto dello scorso 26 maggio, e nuovo il sindaco. A ricoprire la carica di primo cittadino è Monica Taschetti, alla guida di “Progetto Fusine”.
Un risultato elettorale, quello riscontrato in questo piccolo ma dinamico centro della provincia di Sondrio, che ha confermato un forte attaccamento al valore del diritto al voto e un’Amministrazione che va in continuità con quella in carica nell’ultimo quinquennio.
L’ha confermato proprio Monica Taschetti nel suo discorso di insediamento, ringraziando  pubblicamente Claudio Vanini “che da sindaco - ha detto - nel suo mandato ha lasciato uno spazio aperto a ognuno di noi per fare esperienza”.
“Da assessore - ha aggiunto - ho sperimentato personalmente le sfumature della gioia e della frustrazione dell’essere pubblico amministratore e Claudio ha saputo fare da moderatore a ogni passaggio, con pacatezza e intelligenza morale”.
Un sentito ringraziamento, poi, anche a Fabrizio Venturini “per il suo ottimismo senza fine che ha reso più leggero il mio a volte esagerato senso del dovere e mi ha aiutato a dare il giusto peso ad alcuni momenti della vita amministrativa”.
“Il gruppo - ha quindi affermato il nuovo sindaco - è rimasto in alcune sue parti: Paola Viganò, che vigila sui temi scolastici e fa parte del consiglio d’istituto, e Fabio Trutalli con il suo interesse per la vita sociale, così come Mario Armanasco con la sua attenzione alla cura dei nostri monti. Quindi Paolo Poncini, delegato alla promozione della musica, Francesco Trutalli, interessato agli aspetti sportivi e con un occhio attento allo sviluppo del paese, e Mattia Scarinzi, la cui passione per lo sport, unita al desiderio di creare aggregazione tra i giovani, lo vede già in campo con un’iniziativa del 17 agosto al parchetto parrocchiale”.
Dopo aver citato Gabriele Baldo e Elena Trutalli (“hanno dalla loro l’entusiasmo e il desiderio di dare impulso ai giovani del paese”, ha sottolineato), Monica Taschetti ha specificato che “nostro impegno è essere vicini alle persone e partecipare agli eventi, perché credo fortemente nel ruolo istituzionale che rappresentiamo”.
Quindi un invito a tutti i consiglieri “a essere attivi con la testa e con le mani”. “Lo faremo con gentilezza - ha affermato - perché siamo consapevoli che non risolveremo tutto ma potremo essere al fianco delle persone con rispetto e comprensione di ogni piccolo grande problema. Le persone che vivono a Fusine sono il centro del mio impegno, sono il valore del mio essere qui. Amministrare un territorio è costruire e promuovere il bene comune. Bene comune è acqua, aria, terra, cultura, persone, lavoro, istruzione e sport: beni individuali e collettivi che vanno tutelati e difesi, perché sono preziosi e perché appartengono a tutti”.
Poi un altro proposito: “Ascolteremo e collaboreremo con le associazioni in un momento in cui la burocrazia rende faticoso anche il volontariato. Noi ci siamo per rendere il tessuto sociale più ricco, a fianco di chi si metterà a disposizione. Vogliamo agire in modo costruttivo, chiaro e motivato”.
A comporre la nuova giunta di Fusine, con il sindaco Taschetti, saranno il vicesindaco Claudio Vanini e l’assessore Fabrizio Venturini.

Nessun commento:

Posta un commento