mercoledì 19 giugno 2019

“La voce della terra”. Musiche e spettacoli tra Lecchese e Canton Ticino


Bandalpina in concerto sabato 22 giugno a Barzio.

Sabato prossimo 22 giugno alle 17.30 nella sede della Comunità montana Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e riviera in via Fornace Merlo a Barzio si inaugurerà il programma degli appuntamenti musicali del progetto "La voce della terra: canti e riti della tradizione - VoCaTe", con danze e brani proposti dalla Bandalpina, formazione di oltre venti strumentisti dotati di un ricchissimo strumentario.
Il progetto prevede la realizzazione di un denso programma transfrontaliero di concerti e spettacoli in suggestive sedi storiche, i cui contenuti sono incentrati sui temi forti delle ritualità, finalizzati a emozionare il visitatore e a suscitare interesse a partecipare agli eventi tradizionali, che rappresentano quanto di più autentico e coinvolgente il territorio oggi offre.
Le feste rituali sacre e profane rappresentano l’eredità più vitale della civiltà contadina e alpina. A questo patrimonio è indirizzato il progetto di cooperazione transfrontaliera Italia-Svizzera VoCaTe, che si svolge fra il territorio della Provincia di Lecco e il Canton Ticino.
Gli appuntamenti per l’area italiana sono organizzati dal partner di progetto “Fondazione Luigi Clerici” con la direzione artistica di Angelo Rusconi e Res musica, per l’area svizzera dall’associazione “Cantar di pietre”, con la direzione artistica di Giovanni Conti.
Canti della Passione e legendae di santi, culto della Vergine e spericolati travestimenti spirituali di canti carnascialeschi, cantilene dei pellegrini e processioni rituali sono rievocati nelle proposte di artisti di rilievo internazionale, che si alterneranno a cantori e strumentisti tradizionali.
Domenica 23 giugno alle 15.30 nella chiesa parrocchiale i leggendari cantori tradizionali di Premana intoneranno i Vespri del Corpus Domini con le antiche melodie di tradizione orale, mentre al mattino si potrà assistere alla sempre suggestiva processione.
Gli appuntamenti successivi impaginano nel corso dell’estate un ricco programma con la partecipazione di gruppi di fama internazionale: sabato 20 luglio nella chiesa romanica di Santa Margherita a Somadino di Casargo i cantori di Aurora Totus faranno rivivere i canti delle rogazioni (le processioni rituali per impetrare il buon raccolto e il bel tempo); domenica 21 luglio, nella cornice di San Pietro al Monte a Civate, l’ensemble Dialogos diretto da Katarina Livljanić canterà la storia dei santi Barlaam e Josaphat; martedì 30 luglio nella chiesa di Santa Maria Assunta ad Avano di Tremenico tra i paesaggi incontaminati della Valvarrone cantanti e strumentisti dell’Anonima Frottolisti insceneranno un ideale contrasto tra Carnevale e Quaresima con laude e canti del XV-XVI secolo; domenica 11 agosto, nella chiesa di San Martino a Sueglio, e lunedì 12 agosto a Palazzo Manzoni a Barzio andrà in scena un doppio concerto dedicato al canto polivocale di Ceriana, intonato dalle voci possenti della Compagnia Sacco.
La concentrazione massima di eventi si realizzerà a settembre e ottobre, quando tra il Ticino e il Lecchese si succederanno programmi e gruppi imperdibili: dalla spagnola Capella de ministrers con il Llivre Vermell di Montserrat all’Ensemble Fantazyas, che proporrà una rara versione dei Vespri della Beata Vergine di Monteverdi.

Nessun commento:

Posta un commento