martedì 18 giugno 2019

Mandello cammina per il Mozambico con il Gruppo missionario Grigne


Il Gruppo missionario Grigne - in collaborazione con le associazioni Avis e Aido di Mandello, le Acli, il Commercio Equosolidale, l’Operazione Mato Grosso, il vicariato di Mandello dell’Azione cattolica, il Centro di ascolto della Caritas e il Centro di aiuto alla vita - organizza per domani, mercoledì 19 giugno, la trentaduesima edizione della Camminata missionaria, marcia non competitiva di 4 chilometri per le vie di Mandello.
Il ritrovo è fissato per le 20.30 al campo sportivo dell’oratorio Sacro Cuore, da dove alle 20.45 verrà data la partenza. L’arrivo è previsto sempre al campo sportivo.
Questa sera le iscrizioni si ricevono alla sede dell’Avis e dell’Aido in via Dante a Molina e nelle giornate di oggi e domani presso la “Bottega del mondo” in piazza della Vittoria (San Zeno), oltre che al campo sportivo del “Sacro Cuore” la sera della camminata, fino a poco prima della partenza.
La manifestazione, proposta nel nome e nel ricordo di Giuseppe Valli e Luigi Forni, si svolgerà con qualsiasi condizione meteo e quest’anno guarderà in particolare al Mozambico, Paese dell’Africa meridionale a favore del quale si sta creando a livello nazionale un fondo che consenta di finanziare una serie di interventi di ricostruzione.
La nazione è stata infatti colpita in marzo e in aprile da due devastanti cicloni che hanno causato oltre 600 morti e decine di migliaia di sfollati.
Lo scenario attuale è desolante: edifici scoperchiati e alberi sradicati, antenne telefoniche e tralicci elettrici abbattuti, case, ospedali e chiese seriamente danneggiate o letteralmente distrutte.
Di fronte a questa situazione la diocesi di Como si è attivata per dare un contributo tangibile a una popolazione e a una Chiesa fortemente segnate dal dolore.
Il ricavato della camminata di domani sera sarà dunque devoluto sia al fondo per la ricostruzione afferente alla diocesi di Vicenza sia per la prossima apertura di una missione diocesana in Mozambico.

Nessun commento:

Posta un commento