giovedì 13 giugno 2019

“Riempiamo le piazze!”. Mandello invita venerdì 21 alla Festa della musica


di Claudio Bottagisi 
Era il 21 giugno 1982 e per iniziativa del ministero della Cultura francese musicisti dilettanti e professionisti invasero strade, cortili, piazze, giardini, stazioni e musei. Pochi anni dopo la Festa della musica divenne un autentico fenomeno sociale e in particolare dal 1985, Anno europeo della musica, l’evento si diffuse in Europa e nel mondo.
A metà anni Novanta Barcellona, Berlino, Bruxelles, Budapest, Napoli, Parigi, Praga, Roma e Senigallia furono le città fondatrici dell’Associazione europea Festa della musica. Nel 2016 in Italia la svolta, con la presenza istituzionale del ministero dei Beni culturali e l’adesione di oltre 280 città, che diedero vita a una rete distribuita su tutto il territorio nazionale.
Da sinistra Simone Buzzella, Luca Picariello e Giuseppe Martinelli.
Numerosi concerti si tengono ogni anno, il 21 giugno, in varie città, con la partecipazione di musicisti di ogni livello. E di ogni genere. Concerti gratuiti, valore del gesto musicale, spontaneità e curiosità gli “ingredienti” della Festa della musica, dove ognuno, dilettante o professionista che sia, si esprime liberamente.
Nel 2018 le città italiane che aderirono all’evento furono 700. C’era anche Mandello, lo scorso anno. E ci sarà anche quest’anno, con non poche novità rispetto alla precedente edizione. Una su tutte, il numero delle postazioni che accoglieranno i musicisti: dalle 14 del 2018 si passa alle 20 di venerdì 21, cui se ne aggiungeranno due itineranti.
Oltre 40 le band e i singoli musicisti che si esibiranno, per un totale di più di 250 artisti.
L’organizzazione è affidata all’associazione Concertando, al Comune di Mandello e al “Punto giovani” e l’invito esplicito: “Riempiamo le piazze!”. La parola d’ordine, poi, è “divertirsi”, nel segno della musica. Di ogni genere, come vuole appunto lo spirito dell’evento.
In questo senso sono stati espliciti, ieri sera al “De Andrè” in sede di presentazione della Festa, l’assessore alla Cultura Luca Picariello, Giuseppe Martinelli di “Concertando” e Simone Buzzella del “Punto giovani”. “Coinvolgeremo associazioni, gruppi, esercizi commerciali e tanti artisti - hanno detto all’unisono - senza rivalità e tutti animati dal desiderio di fare musica e di condividere un progetto di grande significato”. “Sì - hanno aggiunto - vogliamo mettere in scena a Mandello qualcosa di veramente bello, riproponendo un format di sicuro successo”.
Ecco dunque postazioni e artisti che si esibiranno venerdì 21 giugno:
Piazza Leonardo da Vinci (dalle ore 15 alle 24, Lunacy Radio Station)
Piazza XXV Aprile (dalle 20 alle 24, Noi coraggiosi capitani)
Piazza Roma (dalle 21 alle 24, Papayas)
Piazza Italia - Imbarcadero (dalle 18 alle 24, Raflisia, Pim rock band, Malavedo, FDM, Il contagio, Disagio pole team)
Piazza Garibaldi (dalle 20.30 alle 24, Manuela Pellegatta, Tommaso Intrieri, Le strade per la luna)
Giardini pubblici (dalle 20 alle 24, Associazione spettacolare, Inner Joy)
Lido comunale (dalle 18 alle 24, Cooperativa La Breva)
Via Manzoni - zona Biblioteca (dalle 20 alle 24, Concertando, Utopisti Busnelli, OddOneOut, Stex, Kalz Lorenzo, Coro lirico Mafalda Favero di Calolziocorte)
Via Statale 81 (dalle 19 alle 24, Bea & Teo, Two generation duo, Alessandra)
Piazza Matilde Carcano (dalle 21 alle 24, Enry Dj e Gigi Falbo Dj)
Via Dante Alighieri (dalle 21 alle 24, The Straws)
Via Nazario Sauro - via Mazzini (dalle 21 alle 24, Resurgence)
Via Cesare Battisti - Molina (dalle 21 alle 24, Freaky Jam)
Via Dante - parcheggio Molina (dalle 20 alle 24, Project Rock School)
Somana - piazza monsignor Clemente Gaddi (dalle 21 alle 24, For te)
Maggiana - piazza San Rocco (dalle 21 alle 24, FuoriQuota)
Via Cavour - Antica Officina (dalle 20.30 alle 24, Franco primo & Franco quarto)
Via Pramagno - Polisportiva (dalle 21 alle 24, Rapado Monashima, Veronica Howle)
Via Statale - Sotto la stazione ferroviaria (dalle 20.30 alle 24, Bandisti di strada)
Piazza Giovanni XXIII (dalle 20.30 alle 24, The UR, Roby Sesana).
A esibirsi in varie postazioni itineranti saranno poi i firlinfeu mandellesi dell’Allegra brigata e il Coro “Travirgolette”.

Nessun commento:

Posta un commento