giovedì 13 giugno 2019

Il dopo-maltempo. “Indipensabile la messa in sicurezza della Statale 36”


Intanto i parlamentari Fragomeli, Braga e Del Barba del Partito democratico e Butti di Fratelli d’Italia hanno chiesto al Governo lo stato d’emergenza
In merito all’emergenza maltempo che l’altra notte ha colpito in particolare l’Alto Lario lecchese e la Valsassina, causando danni importanti, i parlamentari Gian Mario Fragomeli, Chiara Braga e Mauro Del Barba del Partito democratico e Alessio Butti di Fratelli d’Italia hanno chiesto al Governo lo stato d’emergenza.
L’esecutivo, nel frattempo, ha approvato un ordine del giorno presentato da Fragomeli per la gestione della strada statale 36.
Dopo i terribili eventi di ieri - scrivono in un comunicato congiunto Fragomeli, Braga, Del Barba e Butti - la prima conta dei danni nelle province di Lecco, Como, Sondrio e Brescia ci restituisce una situazione estremamente compromessa per quanto riguarda infrastrutture, attività commerciali e comparto agricolo. In ragione di ciò, nella mattinata odierna abbiamo presentato formale interrogazione al presidente del Consiglio dei ministri e chiesto la proclamazione dello stato d’emergenza per i territori colpiti”.
“Allo stesso tempo - aggiungono i quattro parlamentari - abbiamo invitato l’esecutivo ad attivare, con la massima tempestività e in accordo con la Regione Lombardia, tutte le iniziative atte a supportare i territori devastati dal maltempo, favorendo il ripristino delle infrastrutture compromesse e il pieno sostegno alle attività economiche e ai cittadini così gravemente colpiti”.
L’onorevole Fragomeli, da parte sua, ha annunciato inoltre l’approvazione, nel corso del voto di fiducia al decreto “Sblocca cantieri” avvenuto ieri, di un suo ordine del giorno sul tema della Ss 36.
Il Governo - spiega il deputato del Pd - ha detto sì alla mia richiesta di nominare un Commissario straordinario che si occupi di gestire e coordinare gli interventi di ammodernamento e di messa in sicurezza della Ss 36. Nel mio intervento in aula ho ribadito quanto questa arteria sia fondamentale, sotto tutti i punti di vista, per il nostro territorio. I terribili eventi di ieri, infatti, ci hanno dimostrato una volta di più come la parte alta della Statale 36 rappresenti, anche in occasione di eventi calamitosi che costringano alla chiusura della viabilità secondaria, la principale via di transito in caso di emergenze ed è quindi fondamentale curarne al meglio la manutenzione, la percorribilità e la messa in sicurezza”.
Nelle immagini, una serie di scatti relativi agli effetti del maltempo nella zona di Premana.

Nessun commento:

Posta un commento