giovedì 21 febbraio 2019

Dervio, strade da riqualificare e altri interventi. Lavori pubblici al via

La torre del castello di Orezia a Dervio.

Sono stati appaltati dal Comune di Dervio vari lavori pubblici che prenderanno avvio a partire dal prossimo mese di marzo.

RIPRISTINO PONTE PEDONALE SUL VARRONE
L’amministrazione comunale aveva incaricato uno studio di ingegneria di analizzare alcune ipotesi d’intervento per ripristinare il ponte pedonale sul Varrone, al fine di individuare la soluzione più idonea sotto il profilo funzionale, tecnico e economico.
La struttura col passare degli anni ha subìto un progressivo degrado causato dall’umidità e dal ristagno d’acqua che, per la posizione in cui è situato il ponte, viene scarsamente asciugata dal vento e ha provocato il decadimento delle caratteristiche strutturali del legno.
Per motivi di sicurezza il ponte è stato quindi chiuso al transito pedonale. Tra gli interventi valutati dal tecnico incaricato si è optato per l’inserimento di “piastre” in acciaio, fissate internamente alle travi lamellari, alle quali verrà bullonato un nuovo profilo di sostegno dell’assito, previo smontaggio dell’intero piano di calpestìo, pulizia della porzione di trave deteriorata e inserimento di una resina di riempimento o di una nuova porzione in legno.
I lavori sono stati appaltati e prolungheranno la vita utile del ponte determinando anche un miglioramento visivo e strutturale delle condizioni delle travi.
RIQUALIFICAZIONE DI ALCUNE VIE DEL CENTRO E DEL BORGO
Il progetto predisposto dall’architetto Mario Uberti di Cortenova per la riqualificazione di alcune vie del centro storico e del borgo è stato finanziato con fondi propri comunali e un contributo ricevuto dal Bim su un apposito bando a cui il Comune ha partecipato.
Il progetto riguarda via Crocetta e un tratto di via Cunella (in centro paese), oltre a via Boldona e a via ai prati (al Borgo).
Dopo il rifacimento, a spese di Lario Reti Holding, dei tratti di acquedotto e fognatura che necessitano di sostituzione, verrà realizzata la separazione dalla fognatura delle tubazioni per lo smaltimento delle acque meteoriche, installato un nuovo impianto di illuminazione a pavimento con faretti a led simili a quelli già posati in altre stradine del centro storico, e infine costituita la pavimentazione utilizzando il porfido, come nelle altre vie del centro, ovvero altri materiali di pregio.
Le quattro vie oggetto di intervento sono attualmente in una situazione tale da necessitare di una complessiva e radicale manutenzione straordinaria, che è appunto l'obiettivo di questo progetto che è stato appaltato attraverso la centrale unica di committenza gestita dalla Provincia di Lecco. 
La chiesa di San Quirico con il suo campanile romanico.
ACCIOTTOLATO A SAN QUIRICO E CASTELLO
L’amministrazione comunale ha conferito un incarico di progettazione per la realizzazione di una nuova pavimentazione in acciottolato in luoghi simbolo del nostro territorio: l’area intorno alla chiesa di San Quirico e alcuni tratti di scalotte interni al borgo di Castello.
Per quanto riguarda l’area intorno a San Quirico si tratta dell’intervento più semplice e che verrà eseguito per primo, trattandosi di fatto di un prolungamento dell’acciottolato che porta ai monti di Dervio e che si interrompe prima della chiesetta.
L’edificio religioso dal bel campanile romanico sarà quindi presto contornato da una più consona pavimentazione, che sostituirà l’asfalto esistente, che era peraltro consumato.
L’intervento di Castello riguarda invece il ripristino dell’antico selciato sul tratto di sentiero del viandante che aggira la torre e la chiesetta di San Leonardo.

Nessun commento:

Posta un commento