domenica 9 giugno 2019

Piazzolla e Ferrer, la chitarra di Sanguinetti all’Imbarcadero di Mandello


Appuntamento con il chitarrista uruguaiano Antonio Sanguinetti questa sera, domenica 9 giugno, in piazza Italia a Mandello per un concerto di chitarra classica dedicato a due grandi compositori della musica rioplatense: Piazzolla & Ferrer.
E’ questo anche il titolo dello show che vede l’artista esibirsi in un tour europeo patrocinato dal ministero degli Esteri dell’Uruguay.
Antonio Sanguinetti è stato invitato a Mandello dall’assessorato alla Cultura in collaborazione con la Pro loco e con il Consejo consultivo de Uruguayos en Italia “La Cumparsita”.
Il concerto nasce dal cuore e dal virtuosismo interpretativo del maestro Sanguinetti, che da anni si impegna a scoprire e diffondere la grande eredità che Piazzolla e Ferrer hanno lasciato alle nuove generazioni. Straordinario l’impegno del musicista, che in questo show presenta un doppio disco strumentale che include anche brani da lui scritti ispirati al tango, alla milonga e alla loro fusione con il jazz.
Antonio Sanguinetti, professore di chitarra, teoria musicale, armonia e solfeggio, si è diplomato presso il Conservatorio Falleri Balzo di Montevideo. Ha alle spalle una lunga traiettoria musicale che dal 2000 lo ha visto collaborare con grandi compositori e artisti latino-americani.
Notevole la sua produzione musicale, che spazia da opere di Bach e Schubert a tanghi e milonghe di Gardel, Le Pera, Discepolo e Yupanqui per citarne soltanto alcuni. Insieme ai compositori Chico Saraiva e Antonio Lincoln ha realizzato la colonna sonora del film storico dedicato alla rivoluzione e alla vita di Garibaldi.
Intensa l’attività svolta in Uruguay, dove tra il 2010 e il 2017 ha proposto numerosi concerti. E’ stato recentemente premiato dal ministero della Cultura uruguaiana e invitato a suonare in Europa al Festival internazionale di chitarra di Granada, dove si esibirà il prossimo 18 luglio.
Mantenere viva la fiamma del tango significa ricercare e indagare a fondo nelle sue origini, rinnovando e promuovendo questo genere musicale dichiarato nel 2003 dall’Unesco patrimonio culturale immateriale dell’umanità.
Rivisitare Piazzolla e Ferrer significa anche promuovere la ricerca e la fusione con altri ritmi e altri generi musicali. Antonio Sanguinetti affronta questa sfida e lo fa con passione, professionalità e umiltà.
Il concerto di questa sera a Mandello avrà inizio alle ore 21.

Nessun commento:

Posta un commento