giovedì 16 gennaio 2020

L’alluvione dell’estate 2019. Alpini al lavoro a Premana e a Pagnona


Oltre 120 volontari dei nuclei di Protezione civile dell’Ana lecchese e di altre sezioni lombarde realizzeranno sabato 18 una serie di opere di risanamento dei danni causati dall’inondazione
Sabato 18 gennaio i volontari del nucleo di Protezione civile della sezione Ana di Lecco, insieme a quelli delle sezioni Ana di Milano, Varese, Luino, Bergamo e “Valtellinese”, saranno impegnati in un importante intervento nell’Alto Varrone finalizzato a realizzare opere di risanamento dei danni causati dall’alluvione dell’estate 2019.
Oltre 120 volontari opereranno nei sei cantieri aperti nei territori comunali di Premana e Pagnona. Tre gli ambiti di intervento: la ricostruzione dei musi a secco con contestuale riparazione dei sentieri danneggiati, la costruzione di barriere a gradoni per il contenimento delle frane e la pulizia del reticolo idrico minore, con il supporto di squadre alpinistiche specializzate valtellinesi.
Sul totale dei volontari impegnati nell’intervento, sessanta appartengono alla sezione Ana di Lecco, mentre gli altri fanno riferimento alle già citate sezioni lombarde che hanno aderito all’iniziativa.
La giornata vedrà impegnato anche il personale della Croce Rossa italiana, che allestirà un posto medico avanzato.
La direzione dell’intera operazione sarà affidata a Giuseppe Dajelli, coordinatore del nucleo di Protezione civile dell’Ana lecchese.
“Personalmente avrò il controllo dell’organizzazione e sarò assistito dallo staff del nucleo di Protezione civile - spiega lo stesso Dajelli - Questo intervento viene attuato a seguito degli accordi intrapresi con i sindaci dei comuni interessati e delle promesse formulate dalle penne nere alle Amministrazioni pubbliche e ai cittadini. In questi territori vivono molti alpini che non si sono mai tirati indietro quando si è trattato di aiutare chi si trovava in un momento di difficoltà”.
Sull’operazione del prossimo fine settimana interviene anche il presidente sezionale, Marco Magni: “Sono molto soddisfatto per questa bella occasione di collaborazione della nostra sezione con altre sezioni lombarde. Da parte nostra la collaborazione non è mai mancata: ne sono un esempio recente gli interventi per la costruzione di una stalla a Visso, uno tra i centri più colpiti dal terremoto del 2016, e la realizzazione del campo scuola dell’estate 2019 con la sezione Ana di Milano. Tutto ciò testimonia come gli alpini siano un elemento fondamentale per la nostra società, nonché un supporto certo per le comunità e le Amministrazioni”.
Gli alpini che saranno impegnati nell’intervento di sabato arriveranno a Premana nella giornata di venerdì 17 e saranno accolti dal vicepresidente della sezione Ana di Lecco, Emiliano Invernizzi. Alloggeranno nella palestra comunale e nei locali dell’oratorio parrocchiale di Premana.
Sabato 18, invece, i cantieri saranno visitati dal presidente Marco Magni e dal coordinatore del II Raggruppamento Ana Ettore Avietti, oltre che dal presidente della Provincia di Lecco, Claudio Usuelli, e dal responsabile della Protezione civile di Villa Locatelli, Fabio Valsecchi.

Nessun commento:

Posta un commento