lunedì 20 gennaio 2020

Venerdì 24 cena a Cascina don Guanella. Con Colnago ci sarà anche Savoldelli

A preparare i piatti del menù saranno gli alunni di quattro istituti, con un unico obiettivo: mostrare l’eccellenza che i centri di formazione professionale trasmettono ai giovani
Paolo Savoldelli con don Agostino Frasson nel novembre 2018 a Casa don Guanella.
(C.Bott.) Saranno gli alunni di quattro scuole  (il centro di formazione professionale alberghiero di Casargo, l’“Aldo Moro” di Valmadrera, il “Clerici” di Merate e l’Enaip di Lecco) a preparare il menù che sarà servito a quanti interverranno  venerdì 24 gennaio alla cena di solidarietà a Cascina don Guanella a Valmadrera.
Con loro, due importanti nomi del mondo del ciclismo: Ernesto Colnago, ex ciclista e fondatore dell’omonima azienda, e il “Falco” Paolo Savoldelli, vincitore di due Giri d’Italia (nel 2002 e nel 2005), già ospite di una cena solidale a Casa don Guanella di Lecco nel novembre 2018.
Il Cfpa di Casargo si occuperà della preparazione dell’antipasto e del secondo piatto, mentre il Cfp “Aldo Moro” penserà a un secondo antipasto, per poi passare alla prima portata, curata dalla “Fondazione Clerici”, per finire con il dessert ideato dall’Enaip di Lecco. Per tutte le preparazioni i ragazzi utilizzeranno esclusivamente prodotti a chilometro zero provenienti proprio dalla cascina valmadrerese, dove in questi anni ha preso forma un interessante quanto innovativo progetto di agricoltura sociale.
“Siamo certi che questa collaborazione tra centri di formazione professionale - afferma Marco Cimino, direttore del Cfpa di Casargo - possa mettere in risalto le competenze che i ragazzi acquisiscono durante l’anno, competenze che consentono loro di seguire dall’inizio alla fine la preparazione di un menù complesso per una cena qual è quella di questa settimana a Cascina don Guanella”.
“Ai nostri ragazzi dobbiamo insegnare la professionalità, il saper fare, l’educazione e l’attenzione agli altri - aggiunge Giovanni Colombo, direttore dell’Enaip lecchese - e questa cena solidale, che mi auguro sia soltanto la prima di una serie di iniziative da mettere in atto sul territorio lecchese, ne è l’esempio”.
Dal canto suo Nicola Perego, presidente del Cfp “Aldo Moro”, afferma: “Siamo felici di partecipare a questa cena collaborando con una realtà valmadrerese che condivide i nostri stessi valori come Cascina don Guanella e con gli altri centri di formazione professionale del territorio, tutti finalizzati alla promozione umana e professionale dei nostri ragazzi”.
E Monica Riva, direttrice della “Fondazione Clerici” di Merate osserva: “La Fondazione si propone di accompagnare la persona a far fiorire le proprie risorse, promuovendo il benessere dell’intera comunità attraverso percorsi mirati a far emergere il potenziale di ciascuno, valorizzando la sua unicità”.

Nessun commento:

Posta un commento