martedì 28 gennaio 2020

Villa Monastero di Varenna, via al restauro delle carte da parati ottocentesche

Ha preso il via a Villa Monastero di Varenna l’intervento di restauro conservativo delle carte da parati ottocentesche della camera padronale e dell’antibagno della Casa museo. Il costo complessivo dell’intervento, programmato dalla Provincia di Lecco, ammonta a 18.202,40 euro, con un cofinanziamento regionale di 7.000 euro. I lavori si concluderanno a marzo.
“Si tratta di un restauro molto importante - spiega il Conservatore di Villa Monastero, Anna Ranzi - in quanto le carte da parati in cartone che imitano il cuoio impresso, presenti in tutta la villa, sul territorio esistono solo a Villa Monastero e risalgono al periodo attorno al 1897, quando l’allora proprietario, il tedesco Walter Kess, sistemò la dimora e introdusse nuovi arredi, applicando alle pareti questo particolare tipo di carta da parati, proveniente da Hannover, molto spessa, che aveva la funzione di mantenere il calore negli ambienti”.
“Il restauro - aggiunge - è affidato al laboratorio di Francesco Rizzo di Canzo, impegnato in un intervento molto minuzioso e dettagliato. Villa Monastero è anche una Casa museo, grazie alla ricchezza di testimonianze lasciate nel tempo dai suoi proprietari. Quattro secoli di storia, gusto e stile che si sovrappongono e si fondono formando un gioiello. Dall’Ottocento, infatti, la villa è sempre stata abitata e intensamente frequentata da personaggi di spicco del panorama culturale e artistico italiano ed europeo”.
“Nei quattordici ambienti interamente arredati, dalla sala del biliardo a quella della musica, dal salottino Mornico alla camera padronale - conclude Anna Ranzi - i visitatori hanno la possibilità di vivere in prima persona nel passato, ammirando la raffinatezza delle decorazioni e degli arredi, la ricchezza dei materiali e la varietà degli stili”.

Nessun commento:

Posta un commento