lunedì 16 dicembre 2019

Calcio Seconda categoria. Il Mandello domina, vince e convince

Festa in casa Polisportiva Mandello per la vittoria e il secondo posto in classifica.
Ultima partita del girone d’andata per la formazione del tecnico Omar Pelacchi nel campionato di Seconda categoria, con il Mandello di scena in casa contro il Foppenico. Vittoria per 2-1 per i ragazzi della Polisportiva, che salgono a quota 30 punti in classifica e conquistano la seconda posizione.
Un gruppo solido e determinato, deciso a ricoprire fino in fondo un ruolo importante. Veniamo alla partita. Va detto innanzitutto che contro il Foppenico la squadra di Pelacchi ha conquistato il nono risultato utile consecutivo.
Nel primo tempo il Mandello gioca bene ma sbaglia troppo. Errori che costano cari ai padroni di casa perché si sa che, nel calcio, chi sbaglia paga. E al primo affondo (siamo al 20’) il Foppenico passa in vantaggio.
L’undici di casa non demorde. Il Mandello continua a fare il proprio gioco e al 30’ arriva il gol del pareggio. Rapelli dalla destra finta il tiro. Rientra e passa palla a Locatelli. Il bomber è bravo a realizzare il gol del pareggio (1-1) con una conclusione sul secondo palo.
Nel secondo tempo l’undici di casa non demorde e va ancora avanti con grande convinzione. Così al 10’ arriva il meritato vantaggio del Mandello, con Triboli che trova un preciso tiro di destro: niente da fare per il portiere ospite.
Il Foppenico prova a pareggiare la partita, ma il Mandello è attento e non concede nulla. Anzi, sono proprio i locali, in almeno tre occasioni, a sfiorare il terzo gol. Le varie conclusioni non portano a nulla di concreto, anche se va rimarcata una splendida rovesciata di Locatelli, con la palla che esce di poco, e con Pelacchi che calcia bene ma è bravo il portiere ospite. Finisce 2-1 per il Mandello.
La Polisportiva ha giocato con Milani, Fuina, Rapelli (dal 43’ pt Pelacchi),  Elia, Passoni, Stropeni, Marinello, Triboli (dal 41’ st Redaelli), Locatelli, Buzzella, A. Andreotti (dal 4’ st Fall). A disposizione: S. Andreotti, Pezzilli, Maglia, Cuda e Giuranno.

Nessun commento:

Posta un commento