venerdì 27 dicembre 2019

Germania e Moto club “Guzzi GP”, l’amicizia viaggia su due ruote

Per il prossimo agosto è già programmata una trasferta in terra tedesca con il mitico “Galletto” della Casa dell’Aquila
(C.Bott.) I contatti tra i mandellesi appassionati di motociclismo (e per qualsiasi motivo legati alla Moto Guzzi) e i soci di vari club della Germania sono, ormai da anni, frequenti. E a consolidarli pensa, anno dopo anno, il motoraduno internazionale proposto ogni settembre nel “nido”… dell’Aquila, appunto Mandello.
Forte è ad esempio il legame che unisce i soci del Moto club “Moto Guzzi GP” a quelli di uno tra i sodalizi motoristici più conosciuti proprio in Germania - il "Guzzi club Kupferpaste" - perché forte addirittura di un migliaio di iscritti, molti dei quali in occasione dei motoraduni mandellesi (ma anche in altre circostanze e per altre significative “scadenze”) hanno avuto modo di raggiungere nel corso di questi anni il territorio lariano.
E’ nata così (e come detto si è consolidata nel tempo) l’amicizia con un gruppo di guzzisti che anche la scorsa estate hanno accolto i loro “colleghi” tedeschi giunti in Italia con i sidecar.
Per ricambiare la bella accoglienza ricevuta, di recente il club tedesco ha ospitato per quattro giorni il presidente del Moto club “Moto Guzzi GP”, Biagio Mottura, e Mario De Marcellis, a sua volta da sempre legato a filo doppio al mondo dei motori.
La trasferta tedesca li ha portati a visitare affascinanti località delle valli del Reno e della Mosella, castelli, antiche residenze e splendidi vigneti.
Anche per il 2020 qualche interessante progetto è già in via di definizione. E così come quest’anno è stato particolarmente significativo il raid Germania-Italia di 600 chilometri in sella ai Dingo, altrettanto attesa è fin d’ora la trasferta sempre in terra tedesca del prossimo mese di agosto, questa volta in sella ad alcuni esemplari del mitico “Galletto”.

1 commento: