venerdì 1 febbraio 2019

Abbadia. Domenica 10 febbraio in battello per la fiera di Santa Apollonia


Nello spazio pubblico del parco di “Chiesa rotta” stand delle associazioni e prodotti tipici locali

(C.Bott.)
Domenica 10 febbraio, come già annunciato, ad Abbadia Lariana tradizionale festa di Santa Apollonia.

L’appuntamento vede ogni anno una numerosa partecipazione, per una giornata decisamente  particolare: venerazione della compatrona, bancarelle, gustosi pranzi e gite in battello anticipano in qualche modo la bella stagione.
Questa ricorrenza di carattere religioso ha origini antiche e continua a richiamare le popolazioni dei paesi vicini che si affacciano sul lago (Mandello e Oliveto Lario) e quelle della Brianza e della Bergamasca.
In quel giorno, infatti, la comunità cristiana si ritrova e prega la martire, protettrice dei denti e della gola, con cerimonie religiose e con il bacio della reliquia.
A coronamento della festa, verrà organizzata la tradizionale fiera, con le colorate bancarelle che troveranno posto su tutto il lungolago.
PRODOTTI  TIPICI  LOCALI - Nello spazio pubblico del parco “Chiesa rotta” vi sarà la possibilità di assaggiare prodotti tipici locali. In particolare, si segnalano i taleggi e il miele di aziende del territorio e l’olio prodotto dai numerosi uliveti comunali, curati da cittadini volontari.
MOSTRA  DELLE  ASSOCIAZIONI - Nello stesso spazio, le associazioni avranno la possibilità di presentare le loro attività con appositi stand.
PIATTI TIPICI E PRODUZIONE GASTRONOMICA - Per l’occasione, i visitatori avranno la possibilità di assaggiare piatti tipici presso l’Oratorio “Pier Giorgio Frassati” o nei ristoranti del centro storico e sul Lungolago che offriranno, oltre a menù a prezzi modici, ambienti accoglienti.
RITI E PREGHIERE - Sempre domenica 10 febbraio nella chiesa parrocchiale di San Lorenzo alle ore 10 verrà celebrata la messa e alle 15.30 vi sarà un incontro di preghiera.
ANIMAZIONE - L’animazione sarà garantita - oltre che dai colori , suoni e profumi della fiera - anche dall’esibizione delle due bande musicali di Mandello (alle 11.30) e Lierna (alle 14.30), sempre al parco di “Chiesa rotta”.
MUSEO SETIFICIO MONTI - Il museo setificio “Monti”, in via Nazionale, rimarrà aperto al pubblico dalle 10 alle 12.30 e dalle 14 alle 16.30. Entrata gratuita e visite guidate.
“La festa - osserva il sindaco, Cristina Bartesaghi - è un momento di aggregazione sociale e di richiamo anche dai paesi vicini.  Per questo l’amministrazione comunale propone ogni anno un servizio di battello che consente agli abitanti di Oliveto Lario e di Mandello di raggiungere Abbadia e agli abbadiesi di approfittare per un breve tour di questo triangolo lariano”.
“L’attracco del battello - aggiunge - si trova proprio al centro della passeggiata sul Lungolago e il servizio si propone come alternativa all’utilizzo dell’auto. I costi del noleggio del battello sono sostenuti da un contributo dell’Autorità di bacino del Lago di Como e Laghi minori e dai tre Comuni di Abbadia , Mandello e Oliveto Lario”.
Il sindaco conclude: “Ringraziamo sentitamente tutti, perché senza questa collaborazione non sarebbe possibile proporre questo servizio a titolo gratuito”.
GLI ORARI DEI BATTELLI
Limonta 9.15–Vassena 9.30–Onno 9.40–Mandello 9.50-Abbadia 10
Abbadia 10.30–Mandello 10.40-Onno 10.50–Vassena 11
Vassena 11.05–Onno 11.15–Mandello 11.25-Abbadia 11.35
Abbadia 11.40–Mandello 11.50-Abbadia 12
Abbadia 12.10–Mandello 12.20-Onno 12.30–Vassena–12.40- Limonta 12.55
Limonta 13–Vassena 13.15–Onno 13.25–Mandello 13.35-Abbadia 13.45
Abbadia 13.50–Mandello 14-Abbadia 14.10
Abbadia 14.15–Mandello 14.25- Onno 14.35–Vassena 14.45
Ultima partenza da Abbadia con possibilità di rientro in battello
Vassena 14.50–Onno 15–Mandello 15.10-Abbadia 15.20
Abbadia 16–Mandello 16.10-Onno 16.20
Abbadia 16.30–Mandello 16.40-Onno 16.50–Vassena 17–Limonta 17.15
COME RAGGIUNGERE IL LUNGOLAGO DI ABBADIA
Con i mezzi pubblici: la stazione ferroviaria e la fermata del battello sono vicinissime.
Con l’auto: ampi parcheggi in via San Martino (zona artigianale di Borbino); Largo dei Pini (vicino al parco “Ulisse Guzzi”); piazzale Donatori Avis (dietro la palestra comunale); Largo 11 Settembre (di fronte al cimitero).
A piedi da Mandello: percorrendo il Sentiero del viandante.

Nessun commento:

Posta un commento