venerdì 6 dicembre 2019

Calcio Seconda categoria. Il Mandello vince ancora ed è quarto

Il tecnico della prima squadra della Polisportiva Mandello, Omar Pelacchi.
Prosegue il buon momento della prima squadra. In campo per il recupero del campionato di calcio di Seconda categoria e impegnata in casa contro la Zanetti, la Polisportiva Mandello si è imposta per 3-1, collocandosi al quarto posto nella classifica del girone.
La sfida interna contro la  compagine lecchese proponeva non pochi spunti di interesse. Sul piano della classifica, innanzitutto, considerato che gli ospiti si trovavano a ridosso dell’undici mandellese.
La cronaca. Il Mandello parte forte, convinto e convincente, tanto che dopo dieci minuti i padroni di casa sono avanti di due gol. Prima la rete di Locatelli. Palla filtrante di Bertarini che trova appunto il bomber della formazione di Omar Pelacchi. Il giocatore supera il portiere con un colpo sotto. Con un gran recupero un difensore ospite respinge la palla, che arriva però ancora a Locatelli che con una mezza rovesciata insacca: 1-0.
Passano pochi minuti e arriva il raddoppio di Marinello. Con una bella azione personale il giocatore si accentra e appena fuori dall’area fa partire un preciso tiro di sinistro. La palla si insacca: 2-0.
Gli ospiti rispondono bene, mentre il Mandello cala un po’ sul piano della concentrazione. E la Zanetti trova il gol del 2-1.
Nella ripresa i ragazzi di Pelacchi prendono ancora in mano le redini del gioco e trovano il terzo gol sempre con Locatelli. Siamo al 72’. E’ Bertarini a far giungere una palla filtrante al “Loca”, con il bomber che davanti al portiere non fallisce la grande occasione: 3-1. Nel finale il Mandello tiene bene il campo e ottiene una splendida vittoria.
La Polisportiva ha giocato con Milani, Fuina, Rapelli, Elia (dal 49’ st Redaelli), Passoni, Stropeni, Marinello, Triboli (dal 40’ st Fall), Locatelli, Bertarini (dal 30’ st Buzzella), Cattaneo ( dal 20’ pt Pelacchi). A disposizione: S. Andreotti, Maglia, Pezzilli, Cuda, A. Andreotti.

Nessun commento:

Posta un commento