lunedì 16 settembre 2019

Dalla terra alla tavola. L’alimentazione, strumento imprescindibile per star bene

Il dottor Marco Missaglia nel Lodigiano: "Il colore e il gusto di taluni prodotti, insieme alle peculiari componenti degli acidi grassi presenti, regalano al consumatore un “bicchiere” di salute"
L’alimentazione come strumento imprescindibile per star bene. Questo è un assunto che dai tempi di Ippocrate viene proposto dalla classe medica, confermato negli ultimi anni dalle ricerche in ambito clinico.
Ma è importante anche salvaguardare le fonti degli alimenti che costituiranno il nostro nutrimento, agendo in modo incisivo già dai primi anelli della catena alimentare e iniziando dalle caratteristiche dell’alimentazione degli animali da cui si otterranno i prodotti per la nutrizione umana.
Di questo si sta  dibattendo ultimamente in ambito scientifico e proprio su questo argomento si è tenuto un importante convegno a Caselle Landi, nel Lodigiano, in occasione della prestigiosa Fiera autunnale giunta alla 155.esima edizione.
Nel teatro comunale della cittadina si sono ritrovate a confronto differenti figure professionali: dall’imprenditore agricolo Luigi Forte di Padova, produttore di erba medica di alta qualità per le bovine, all’allevatore Giuseppe Palosti, che ha fatto dell’innovazione uno dei motivi portanti della sua mission.
Sul palco si sono poi susseguiti tecnologi alimentari, ricercatori universitari e genetisti, tutti concordi nel ribadire l’importanza della filiera controllata e responsabile.
Al convegno dal titolo “Viaggio nella filiera del cibo: dalla terra alla tavola” è stata poi data la parola anche a chi si occupa della salute del consumatore, in altri termini all’anello finale della catena.
Ospite della serata è stato il dottor Marco Missaglia, medico mandellese specialista in Scienza dell’alimentazione e dietologia, il quale ha tirato le conclusioni del discorso affermando come la filiera dei prodotti alimentari impatti in modo significativo sulla salute.
Il medico mandellese dottor Marco Missaglia.
“Scelte ponderate e innovative a livello di produzione agraria condizionano positivamente l’alimentazione animale - ha detto - quindi i prodotti ottenuti possono avere quelle valenze di sicurezza alimentare e quelle caratteristiche salutistiche da consentirci tranquillamente di continuare ad alimentarci con i prodotti di una filiera  responsabile”.
“Un’alimentazione animale con erba medica ricca in beta carotene, tocoferoli  e antiossidanti - ha aggiunto Missaglia - garantisce un latte con caratteristiche simili a quello ottenuto da animali allevati al pascolo. Il colore e il gusto dei prodotti ottenuti, insieme con le peculiari componenti degli acidi grassi presenti, regalano al consumatore un “bicchiere” di salute”.

Nessun commento:

Posta un commento